Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Ostiamare ed Arzachena si annullano a vicenda

All'Anco Marzio i biancoviola si lasciano bloccare sullo zero a zero dalla compagine sarda, ma il terzo posto dista sempre 3 punti



26a Giornata
0 - 0

Image titleNon è bastata una ripresa di assalto all'arma bianca, da parte dell' Ostiamare, per domare l'Arzachena di Giorico. All' Anco Marzio finisce 0 a 0 la gara contro gli smeraldini, con i biancoviola che fino al fischio finale hanno provato a trovare il guizzo vincente, creando situazioni pericolose dalle parti di Ruzzittu (ottima la condizione fisica dei lidensi) ma Massella e compagni non hanno potuto festeggiare pienamente e si sono dovuti accontentare di un punto che porta il bottino a 43, sempre in quarta piazza e sempre a -3 dal San Cesareo terzo e che ha chiuso sull'1 a 1 a Palestrina nel derby castellano. Seconda da titolare, in Serie D, per il talentuoso Fraschetti (autore di una buona gara), e prima convocazione tra i dilettanti per il difensore Simone Ferri, un altro dei ragazzi della Juniores Nazionale di Claudio Franci. Primo tempo non esaltante, molto freddo e anche avaro di grandi emozioni. Dopo un colpo di testa, nei minuti iniziali, di Busatto, che però non crea nessun problema al portiere biancoviola, Travaglini, arriva una grande chance per i ragazzi di Chiappara:  e la crea l' Ostiamare. Massella penetra come lama nel burro nella difesa smeraldina e con un tocco delizioso supera Ruzittu, in uscita disperata. La palla, però, finisce clamorosamente fuori, sfiorando di un soffio il bersaglio grosso. La ripresa parte con un' Ostiamare più incisiva e più aggressiva. Sia da sinistra che da destra i lidensi cercano di creare situazioni pericolose in area sarda. Entra Palazzini, per Maestrelli, e il giovane attaccante biancoviola (che oggi ha festeggiato il 20° compleanno) impegna Ruzittu su calcio piazzato. Rasoiata insidiosa, il portiere sardo però è attento e respinge, poi Piro manda fuori. L'azione dell'Ostiamare è continua e l'Arzachena fatica veramente a presentarsi minacciosamente dalle parti di unTravaglini sempre attento e vigile. Poco dopo la mezzora altra iniziativa dei gabbiani di Ostia e altra occasione importante. E' sempre Massella a tentare dal limite, di sinistro. La palla sembra finire all'angolino, ma invece termina la propria corsa sul fondo, a pochi centimetri dalla meta. Che peccato. Minuti finali concitati, con i sardi in 10 per la doppia ammonizione rimediata da Schioppa ma decisi a portare a casa un punto positivo in ottica salvezza e un' Ostiamare che, invece, incessantemente, anche nei 4 di recupero, cerca la vittoria. Il fischio finale dell'arbitro Jouness di Torino decreta però il finale. E' 0 a 0, nonostante una seconda parte di match davvero positiva. Prestaione in crescendo ma finale che non porta i tre punti. Prossimo appuntamento a Rocca Priora contro la capolista Lupa Castelli Romani.

Tabellino, cronaca e approfondimenti del match sul nostro free press on line in tarda serata