Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Ostiamare, Mussoni: "Ci abbiamo messo del nostro"

Il tecnico viola sulla sconfitta con l'Accademia Calcio Roma: "Bisogna cambiare per fare una stagione di vertice"



Alessandro Mussoni ©Laura Del GobboBrusco stop per l’Ostiamare nel terzo turno di campionato: la compagine di Alessandro Mussoni è caduta tra le mura amiche dell’Anco Marzio contro l’Accademia Calcio Roma di Celani. Queste le dichiarazione del tecnico viola: “Ci sono stati degli episodi penalizzanti, noi abbiamo avuto sei palle gol nitide nel secondo tempo, gli avversari meno eppure hanno vinto. Ci abbiamo messo del nostro perchè gli abbiamo regalato un tempo e non si può fare un errore del genere se si vuol fare un campionato di vertice. C’è stata sia sfortuna che responsabilità nostra, perché concediamo poco e prendiamo spesso gol”. Sicuramente in fase offensiva un fattore che ha pesato è stata l’assenza di Bucri: l’Ostia, nonostante le diverse palle-gol create, è apparsa meno incisive delle precedenti uscite: “Mancato Bucri o no, siam tanti, 23 e non si deve pensare in questo modo. Noi dobbiamo fare bene comunque, tutte le domeniche. Dobbiamo cambiare mentalità: il primo fattore sono i nostri errori, poi ce ne sono altri, come la sfortuna o l’errore dell’arbitro (il gol vittoria dell’Accademia è viziato da un fuorigioco, ndr)”. Testa quindi al prossimo impegno in casa del Massimina, dove i viola cercheranno di tornare alla vittoria: “Complimenti all’Accademia perché ha fatto la partita che doveva fare. Riguardo a noi sulla cara meritavamo 9 punti, ma se il campo ha dato un verdetto diverso un motivo c’è. Nessuna scusa, dobbiamo lavorare, solo allora si cresce. Abbiamo dimostrato di non essere inferiori a nessuno, e se si vuole fare una campionato di vertice bisogna assumersi le proprie responsabilità”.