Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Palestrina, che guaio! Dal TFN arriva un punto di penalizzazione

In merito alla vicenda Bongiovanni il Tribunale Federale Nazionale ha sanzionato il club arancioverde con la penalità e inoltre ha inibito il presidente Cristofari per sei mesi



Il presidente del Palestrina, Augusto CristofariLa situazione in classifica è già abbastanza delicata per il Palestrina e al momento piove sul bagnato. Il TFN (Tribunale Federale Nazionale) ha infatti penalizzato di un punto il club arancioverde e inibito il presidente Cristofari per sei mesi. Il Motivo? Tutto gira intorno alla vicenda di Luca Bongiovanni.
Questo il teso ufficiale rilasciato dal TFN.

"(58) – DEFERIMENTO DEL PROCURATORE FEDERALE A CARICO DI: AUGUSTO CRISTOFARI (all’epoca dei fatti Presidente della Società US Palestrina 1919 SSARLD), Società US PALESTRINA 1919 SSARLD - (nota n. 3986/102 pf14-15 DP/fda del 3.12.2014).
 La Procura federale, con la suindicata nota del 3 dicembre 2014, ha deferito dinanzi a questo Tribunale federale nazionale- sezione disciplinare:
1) il Sig. Cristofari Augusto, presidente e legale rappresentante all’epoca dei fatti della Società US Palestrina 1919 SSARLD, per rispondere: della violazione di cui all'art. 1 bis, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva (CGS), in relazione agli artt. 94 ter comma 11 delle NOIF e 8 comma 9 CGS, per avere, in qualità di legale rappresentante della Società US Palestrina 1919 SSARLD, in violazione ai principi di lealtà, correttezza e probità, omesso di corrispondere, nei termini di trenta giorni dalla comunicazione del provvedimento, le somme accertate dalla Commissione Accordi Economici della LND con decisione del 22.8.2014 in favore del calciatore Bongiovanni Luca;
2) la Società US Palestrina 1919 SSARLD, a titolo di responsabilità diretta, ex artt. 4 comma 1 del CGS, per la violazione disciplinare ascritta al proprio presidente e legale rappresentante.

Nel merito, va osservato che con la suindicata nota del 3 dicembre 2014 la Procurafederale della F.I.G.C. ha deferito dinanzi a questo Tribunale federale nazionale - Sez.disciplinare il Presidente e Legale rappresentante, pro tempore, della Società USPalestrina 1919 SSARLD, Cristofari Augusto, per rispondere della violazione di cuiall'articolo 1 bis, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva (CGS), in relazione agli artt. 94ter, comma 11, delle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C. (NOIF) e 8, comma 9 , delCGS, per non aver provveduto, entro i termini di rito, al pagamento delle somme dovute inbase alla decisione della Commissione Accordi Economici della L.N.D. del 22 agosto2014, in favore del calciatore Bongiovanni Luca .

A titolo di responsabilità diretta, ex articolo 4, comma 1, del CGS, per le violazioni ascritteal proprio Presidente e legale rappresentante, la Procura ha deferito anche la Società USPalestrina 1919 SSARLD.

L’addebito deriva dal fatto che il calciatore Bongiovanni Luca aveva in data 17 maggio2014 presentato reclamo alla Commissione Accordi Economici della L.N.D., chiedendo ilpagamento della somma di denaro di euro 1.600,00 dovuta dalla Società quale differenzasui compensi convenuti per la stagione sportiva 2012/2013.

La C.A.E., con provvedimento del 22 agosto 2014, aveva accolto il reclamo e avevaimposto alla Società US Palestrina 1919 SSARLD di pagare al calciatore la somma di euro1.600,00.

La decisione della C.A.E. veniva comunicata alla Società US Palestrina 19191 SSARLD con lettera raccomandata recapitata in data 26 agosto 2014.

Il Segretario del Dipartimento Interregionale della LND con nota del 19 settembre 2014,inviata in pari data, comunicava inoltre alla US Palestrina 19191 SSARLD la sussistenzadell’obbligo del pagamento dell’importo di euro 1.600,00 in favore del calciatore Bongiovanni Luca per effetto della citata decisione della C.A.E., e rammentava che iltermine ultimo per la presentazione della quietanza liberatoria era di 30 giorni decorrentidalla comunicazione della decisione.

Con successiva comunicazione del 23 settembre 2014 il Dipartimento Interregionalecomunicava alla Procura federale il mancato pagamento della somma dovuta al calciatore.La Procura federale ha ricordato che la Società US Palestrina 1919 SSARLD era statatempestivamente avvertita della necessità di provvedere al pagamento entro il termine di30 giorni dalla comunicazione della decisione della C.A.E. ed essendo stato superato dettotermine, ha ritenuto quindi di deferire la Società in questione, in quanto la medesima nonha dato esecuzione a quanto ingiunto nei termini previsti dalla disciplina vigente, dandocosì origine al presente procedimento per illecito disciplinare consistentenell'inadempimento di obblighi positivi posti a suo carico, ascrivibile al Presidente e legalerappresentante, pro tempore, per il rapporto di immedesimazione organica, nonché allaSocietà sportiva a titolo di responsabilità diretta ai sensi dell'art.4, comma 1, del CGS.Né il Presidente Cristofari Augusto né la Società sopraindicata hanno inviato notedifensive.

Fissata la riunione dinnanzi a questo Tribunale federale nazionale - Sezione disciplinareper la data odierna, il rappresentante della Procura federale ha chiesto per il Cristofari, la sanzione dell’inibizione di mesi 6 (sei) e per la Società US Palestrina 1919 SSARLD, quelle della penalizzazione di 1 (uno) punto in classifica, da scontarsi nella correntestagione sportiva e dell’ammenda nella misura di € 1.500,00 (€ millecinquecento/00).                                                                                   
Nessuno è comparso per le parti deferite.Ciò premesso, questo T.F.N., Sezione disciplinare rileva che la documentazione acquisitain atti offre ampia e convincente dimostrazione dell'addebito mosso dalla Procura federaleper il mancato pagamento nei termini normativamente fissati. Risulta, invero, accertato chela Società US Palestrina 1919 SSARLD non ha effettuato il pagamento della somma dieuro 1.600,00 dovuta al calciatore Bongiovanni Luca per effetto della decisione dellaC.A.E. del 22.8.2014, regolarmente comunicata alla Società. Ciò risulta dalladocumentazione acquisita dalla Procura federale, e segnatamente dalle note delDipartimento Interregionale della LND del 19.9.2014 e del 23.9.2014. Tale inadempimentodi quanto statuito dalla C.A.E. della LND costituisce la violazione disciplinare contestata.

D'altra parte, né il presidente né la Società US Palestrina 1919 SSARLD hanno formulatoosservazioni e/o giustificazioni e risultano pertanto pienamente consapevolidell’inadempimento.Per quanto precede, sono sanzionabili la condotta ascrivibile al Presidente pro temporedella Società e la Società stessa a titolo di responsabilità diretta.

In merito alle sanzioni, vista la normativa in riferimento e la richiesta della Procura,accertate le responsabilità come da deferimento e nel contraddittorio delle parti, siritengono congrue quelle di seguito indicate

Il Tribunale federale nazionale- sezione disciplinare, in accoglimento del deferimento,infligge le seguenti sanzioni:
- mesi 6 (sei) di inibizione nei confronti del Sig. Cristofari Augusto, Presidente e Legale rappresentante della US Palestrina 1919 SSARLD;
- penalizzazione di 1 (uno) punto in classifica, da scontarsi nella corrente stagione sportivae dell’ammenda nella misura di € 500,00 (€ cinquecento/00) nei confronti della Società USPalestrina 1919 SSARLD.