Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Palocco show! La doppietta di Mucili elimina il Formia

Con due reti del suo attaccante, la squadra di mister Trotta ribalta la sconfitta dell'andata e vola ai quarti di finale. Ko amarissimo per il team pontino



MARCATORI Mucili 12' pt, 39' st rig. (P)
PALOCCO Izzo 6, Di Vetta 6, Aurica 6.5, Suppa 7, Riva 6, Porcacchia 6.5, Liberatore 7 (27' st Tremiliti), Granata 5.5, Mucili 7.5, De Santis 5.5 (43' st Taroni sv), Pompei 6.5 (23' st Di Nardo 6) PANCHINA Perazzolo, Sbaraglia, Taroni, Pensabene, Ciasca ALLENATORE Trotta
FORMIA Fiorenza 6, Bacioterra 5, Keita 6, De Meo 5.5, Del Nunzio 6, Caraviello 6, Grieco 5 (7' st Scipione 6), Schettino 6 (27' st Scariati sv), Zaccaro 6.5, Rima 6, Accrachi 5.5 PANCHINA Zeoli, D,Amora, Assaiante, Gagliardi, Cardia ALLENATORE Rosolino
NOTE Allontanato Rosolino (F) 36' st Espulso Di Nardo (P) al 50’st per doppia ammonizione Ammoniti Porcacchia, Accrachi, Caraviello, Di Meo, Di Nardo, Granata Angoli 3-6 Fuorigioco 1-2 Rec. 2' pt, 6' st

L'esultanza del Palocco a fine partita ©Gazzetta RegionaleGrande impresa del Palocco che rimonta la sconfitta rimediata una settimana fa e conquista i quarti di finale di Coppa di Promozione eliminando il Formia. Un risultato conquistato meritatamente, grazie ad un primo tempo giocato con coraggio e ad una ripresa affrontata con determinazione e concentrazione, anche quando la blasonata formazione di Rosolino ha tentato il forcing asfissiante. Una qualificazione che conferma come i ragazzi di Trotta siano la vera mina vagante di questa competizione.

Primo tempo. Il risultato di sette giorni fa costringe gli arancioblu a spingersi in avanti dalle prime battute. Di contro i pontini non possono pensare di amministrare un solo gol di vantaggio, sarebbe troppo rischioso, così le due formazioni si affrontano a viso aperto. Un elemento che favorisce un buon ritmo di gioco e i primi brividi arrivano già dopo appena cinque minuti. Punizione di Suppa dal lato corto dell'area di rigore con il centrocampista che prova a cogliere di sorpresa Fiorenza calciando direttamente in porta, ma la mira non è quella giusta e il pallone si infrange sull'esterno della rete. La risposta degli ospiti arriva immediata: è Di Meo al 6' a provare il destro al volo da fuori, senza però riuscire ad inquadrare lo specchio. Il gol che spezza l'equilibrio e porta in vantaggio i locali arriva al 12'. Grande giocata sulla destra di Liberatore che vede il taglio di Mucili e lo serve alle spalle della difesa. La punta sfrutta il meraviglioso assist con un grande destro che si insacca sotto la traversa. Il gol cambia completamente il copione della gara, il Palocco non ha più la necessità di accorciare i tempi alla ricerca del gol, gli spazi diventano meno invitanti e lo spettacolo ne risente. Così nella parte centrale della prima frazione non accade granché, se non una punizione di Grieco troppo debole per impensierire Izzo. Sono così ancora i padroni di casa ad infiammare il match prima dell'intervallo. Poco dopo la mezz'ora grande giocata di Suppa che sfila il pallone a Di Meo e dopo un paio di dribbling nello stretto serve Granata. L'esterno è bravissimo a concludere nonostante la pressione di Keita, ma Fiorenza si supera in tuffo ed evita il peggio deviando in corner. L'appuntamento con il raddoppio comunque è solo rimandato. Con i biancoblu sbilanciati, Suppa conquista l'ennesimo pallone e lancia in contropiede Liberatore, l'esterno trova di prima Mucili fermato da un intervento scomposto e inutile di Bacioterra in area che il direttore di gara non può non punire con il rigore. Dal dischetto è lo stesso numero nove a spiazzare Fiorenza per il 2-0 che permette ai ragazzi di Trotta di ribaltare la situazione già nel primo tempo.

Palocco e Formia in campo ©Gazzetta RegionaleSecondo tempo. Chi nella ripresa si aspetta un assalto all'arma bianca del Formia resta presto deluso. Merito dell'undici di Trotta, che mantiene il baricentro alto concedendo esclusivamente una punizione, calciata alle stelle da Accrachi. Con il passare dei minuti, però, la formazione di Rosolino aumenta la pressione e al 17' crea la prima vera palla gol per accorciare. Manovra sulla sinistra orchestrata da Scipione e Accrachi, cross per Zaccaro, ma il colpo di testa a botta sicuro della punta viene respinto provvidenzialmente da Aurica. Il Palocco trema per due volte nel giro di pochi secondi intorno alla mezz'ora. Prima è Izzo ad opporsi in bello stile ad un tentativo da fuori di Accrachi, poi è Di Meo, sul corner seguente, a non trovare la porta da pochi passi sprecando uno schema perfettamente riuscito. Il Formia spinge, ma gli arancioblu non arretrano di un centimetro e lottano pallone su pallone. Anche nel recupero, quando è il cuore a compensare la mancanza di forze. Poi, al triplice fischio finale, la meritata esultanza, per un obiettivo dolce ed inaspettato. Anche se parlare di sorpresa, per questo Palocco, appare riduttivo.