Notizie

Papa Francesco ha aperto la Porta Santa in Vaticano: Anno Santo al via

Anche il Papa emerito ha partecipato al rito. Imponenti le misure di sicurezza. Al termine, tweet di auguri a tutti i pellegrini da parte di Bergoglio “il Giubileo porti a tutti la tenerezza di Dio”



Il momento dell'apertura della Porta Santa, in mondovisione


Gesti austeri ma semplicissimi, culminati con l’energica spinta dei battenti della Porta Santa, scolpiti nel 1949 da Vico Consorti: poco prima, le solenni parole vibrate con voce ferma e decisa “Apritemi le porte della giustizia". Ieri mattina erano circa le 11.10, quando Papa Francesco, accompagnato da un lungo applauso e seguito da milioni di persone collegate da tutto il mondo mediante la telecronaca in mondovisione, apre ufficialmente il Giubileo straordinario, dando il via ad una giornata storica per la Chiesa Cattolica, per Roma e per il mondo. Una cerimonia semplice, nel solco della tradizione ma ulteriormente spogliata di tutti quei simboli legati al potere pontificio o di eventuali citazioni legate all’ultima cerimonia di apertura, all’inizio avvenuta la Notte di Natale del 1999. Nell’atrio della basilica vaticana sono tantissimi i prelati concelebranti (circa 200): tra di essi, spicca la bianca figura di Benedetto XVI. Anche il Papa emerito, invitato per espresso desiderio di Papa Francesco, ha voluto essere presente e – non appena il pontefice ha varcato la sacra soglia – è la seconda persona a seguirlo: con Bergoglio ben due abbracci, all’inizio ed al termine del rito, quasi a ribadire una comunione di Fede e di intenti ben più ampia ed evidente di quanto non si possa pensare. Segue l’avvio della celebrazione eucaristica, nel corso della quale il Papa rincara la dose, rilanciando a braccio "varcando la porta santa, qui a Roma e in tutte le diocesi del mondo, vogliamo anche ricordare la porta aperta dal Concilio 50 anni fa, quando i padri la spalancarono verso il mondo" ed ancora "Dobbiamo anteporre la misericordia al giudizio, e in ogni caso il giudizio di Dio sarà sempre nella luce della sua misericordia. Attraversare la Porta Santa, dunque, ci faccia sentire partecipi di questo mistero di amore, di tenerezza". Tante anche le autorità presenti, tra le quali il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, il Premier Matteo Renzi e sua moglie, oltre ad una folla oceanica, stimata in almeno settantamila unità. Fin qui dunque la cronaca della mattinata, densa di suggestione e di immagini destinate a rimanere impresse per sempre nell’immaginario collettivo. Nel pomeriggio invece, Papa Francesco ha raggiunto Piazza di Spagna, dove ha reso omaggio al monumento all’Immacolata Concezione, in quella che in primis è la giornata dedicata a tale solennità. Qui Bergoglio, nel corso della preghiera alla Madonna, ha detto "sotto il manto di Maria c'è posto per tutti", ricordando tra le categorie maggiormente predilette i poveri, gli anziani, i disoccupati ed i migranti. Infine, la visita alla basilica romana di Santa Maria Maggiore per rendere omaggio alla immagine della Salus Populi Romani, molto cara al pontefice argentino. In serata infine, la facciata della basilica di San Pietro si è illuminata con l’insolito e spettacolare effetto di luci dell’evento "Fiat Lux", nell’ambito del quale sono state proiettate sulla superficie lapidea tutta una serie di immagini realizzate da grandi fotografi del mondo, aventi per tema la cura della natura e la custodia del creato, come fortemente rimarcato da Bergoglio nella sua ultima lettera enciclica “Laudato sii”: grandiosa anche qui la partecipazione della gente, con lunghi serpentoni umani, lungo piazza San Pietro, piazza Pio XII, via della Conciliazione ed il Lungotevere retrostante. Nel corso di tutti questi eventi hanno funzionato alla perfezione le imponenti misure di sicurezza predisposte nel corso delle ultime settimane: tombini sigillati, chiusura dello spazio aereo della città e soprattutto militarizzazione del colle Vaticano, nonché controlli a tappeto per tutti i pellegrini sopraggiunti in città e nei pressi della basilica di San Pietro, attraverso perquisizioni ed uso sistematico di metal detector. Durante la giornata è arrivato anche il tweet ufficiale di Papa Francesco, in cui ha auspicato “Che il Giubileo della Misericordia porti a tutti la bontà e la tenerezza di Dio!”