Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Pareggio d'oro per l'Alatri con il Cori: è finale!

Padroni di casa in vantaggio ad inizio primo tempo con il rigore di Triola, ma Tiberia firma il definitivo pareggio al 28'. Inutili gli assalti giallorossi



CORI – ALATRI LA PISEBA 1-1 (ANDATA 1-2)

MARCATORI
8’ pt Triola rig. (C), 28’ pt Tiberia (A)     

CORI Russo, Tinazzi, Dei Giudici, Gazzi (38’ st Capasso), Antonelli, Chiarucci, Fratarcangeli, Soumah (27’ st Raso), Stainhause (45’ pt Funari), Casaburi, Triola. PANCHINA Uscimenti, Sardini, Scifoni, Antocchi ALLENATORE D’Andrea    

ALATRI Zolla, Latini, Galuppi, Dell’Uomo, Tiberia, Seppani, Virgili, Solomon, Flavi (21’ st Pazienza T.), Testa (1’ st Cerasuolo), Maliziola (18’ st Fiacco). PANCHINA Fiorini, Colasanti, Pazienza F., Boezi ALLENATORE Carlini   

NOTE Espulso al 48’ st Chiarucci (C) per doppia ammonizione Ammoniti Casaburi, Tiberia, T. Pazienza    

Uno scatto del matchMatch di ritorno della semifinale di Coppa Italia di Promozione, si gioca a Cori dopo il 2 a 1 dell’andata in favore dell’Alatri. Padroni di casa che devono vincere quindi, per accedere all’ultimo turno mentre agli ospiti va bene anche il pareggio. Su un campo ai limiti della praticabilità, inzuppato dall’incessante pioggia, ci si mette anche il forte vento a condizionare le giocate delle squadre. All’8’ il primo sussulto in favore della squadra di casa: Triola crossa dalla sinistra verso il centro area, Dell’Uomo intercetta la palla con il braccio inducendo l’arbitro a decretare la massima punizione. Sul dischetto lo stesso Triola realizza il goal che così sposta gli equilibri in favore del Cori. L’Alatri comunque non demorde e prova a rispondere con un calcio di punizione fuori di poco. Al 24’ doppia occasione per il raddoppio corese: la punizione di Tinazzi dal vertice area sfiora il palo opposto con deviazione ospite, con Dei Giudici che non arriva per un soffio al tap-in vincente. Sul corner successivo Antonelli smarcato in area prova a piazzare di destro, mancando di poco la porta. Gli ospiti rispondono colpo su colpo aggredendo ogni pallone e riuscendo spesso ad anticipare gli avversari così al 28’, sugli sviluppi di un calcio di punizione verso l’area giallorossa, trovano il pareggio con Tiberia il più lesto di tutti ad avventarsi sulla palla e con un tocco non perfetto quanto efficace riesce a battere Russo per l’1 a 1 che riporta la qualificazione in casa Alatri. Goal falliti, goal subito e due minuti dopo gli ospiti hanno addirittura l’occasione per il raddoppio sempre da calcio di punizione con Latini che tutto solo colpisce di testa mandando di poco sopra la traversa. Il Cori prova a rispondere con Fratarcangeli, anticipato sul più bello da Galuppi. In avvio di ripresa l’Alatri ha subito l’occasione per chiudere il discorso, errore di Russo che rinvia sui piedi del neo-entrato Cerasuolo, questi serve Flavi che in perfetta solitudine colpisce male sprecando la ghiotta occasione. Passa un minuto e sul fronte opposto Casaburi va vicino al goal con un destro in corsa, ma Zolla toglie la palla dall’incrocio dei pali. Sul conseguente corner pericoloso  batti e ribatti verso la porta dell’Alatri, con doppio salvataggio sulla linea di porta. All’11’ poi è Antonelli a sfiorare la rete del vantaggio con un colpo di testa. Al 22’ Funari viene anticipato di un soffio dal difensore sul cross di Triola. Mister D’Andrea le prova tutte buttando nella mischia Raso e Capasso ma l’attacco giallorosso non riesce ad impensierire più di tanto un Alatri, convinto e deciso a non mollare l’osso, che conquista così l’accesso alla finalissima.