Notizie

Pareggio tra Ladispoli e Urbetevere: Vittorini chiama, Zucchi risponde

Dopo il gol del definitivo 1-1 i padroni di casa restano in dieci uomini per il rosso a Bianchi



LADISPOLI - URBETEVERE 1-1  

MARCATORI
Vittorini 38'pt (U), Zucchi 28'st (L) 

LADISPOLI Romano 6.5, D'Ottavi 7, Mastrodonato 6, Foresi 6, Bianchi 6, Mei 6, Proietti 6 (4'st Savarino 6), Casoli 6 (19'st Giannattasio 6), Garbati 6.5, Calabresi 6.5, Zucchi 7 PANCHINA Caputo, Di Russo, Pietrasanta, Raffaelli, Lucci, Lionetti ALLENATORE Bosco 

URBETEVERE Mercadante 6.5, Gamba 6, Calisto 6, Putrino 6, Viti 6.5 (14'st Cappai 6), De Angelis 6.5, Zappulla 6 (18'st La Rosa 6), Maggiolini 6, Saltalamacchia 6 (19'st Simoes 6), Vittorini 7 (27'st Marchionne 6), La Manna 6 (7'st Padris 6) PANCHINA Bianco, Pace ALLENATORE Ripa 

ARBITRO Bracalone di Ostia, voto 6 

NOTE Espulso Bianchi (L) al 29'st per doppia ammonizione. Ammonito Gamba. Angoli 3-4.    

Uno scatto del matchBella prestazione del team di Ripa che però non riesce a blindare il risultato, riacciuffato da una squadra di casa non da meno   Un giusto 1-1 è il verdetto del Martini Marescotti al match tra Ladispoli e Urbetevere. Bella partita, soprattutto nella prima frazione; inquinata da un po' troppo nervosismo, in campo e fuori, nella ripresa.  

Primo tempo Gioco fluido e continui cambi di fronte nei primi minuti. Entrambe le squadre privilegiano un approccio tecnico che però non mortifica la velocità e l'agonismo. Buona la pressione delle punte (Garbati per i rossoblu, Saltalamacchia per i capitolini), che tuttavia si scontrano con difese di pari livello. Proprio a ridosso delle rispettive aree il gioco subisce una strozzatura che solo bravura e istinto del gol potranno superare. Interessante storia a sé il duello sulla sinistra fra Vittorini e il tirrenico D'Ottavi, sempre reattivo e ben supportato nei momenti più difficili dai raddoppi di Bianchi. Occasione ghiotta per i padroni di casa al 22': la punizione dal vertice destro di Calabresi non trova per delle frazioni di secondo la deviazione a rete di Garbati. Tentativo d'assedio ospite due minuti dopo, con due tiri dalla bandierina consecutivi che culminano con la velleitaria conclusione di testa di Saltalamacchia: facile preda per Romano. Fallo tattico di Mei su Maggiolini, sui venti metri al 36': punizione. Va lo stesso Maggioli a calciare, benissimo, una palla tesa che Romano neutralizza con una grandissima parata. Subito dopo, occasione sciupata da Lionetti a tu per tu con Mercadante. Ma non è finita. Al 37' grande punizione di Garbati dai trenta metri: Mercadante devia in angolo con un'ottimo intervento. Sono minuti concitati. Su un cambio di fronte al 38', Vittorini riesce a vincere la sfida con la difesa locale, avanza sulla sinistra a batte sul tempo Romano calciando rasoterra sul primo palo e fissando il vantaggio capitolino. Bella partita, fra due compagini di assoluto livello. Al di là del vantaggio ospite la gara resta apertissima.  

Secondo tempo Insidiosa la punizione al 4' di Zappulla dall'out, ma Romano c'è e neutralizza in tuffo. Dopo un inizio un po' contratto, il Ladispoli torna a guadagnare campo attorno al 10'. La squadra di Ripa però non concede nulla e sfrutta al massimo le occasioni, sprattutto in contropiede, per arrotondare il vantaggio. Punizione dall'out di Calisto al 14': Romano viene ingannato dalla traiettoria della sfera che entra ma l'arbitro non convalida per il presunto off side di Zappulla, involatosi nel tentativo di deviare a rete. Proteste degli ospiti, ma il direttore di gara è irremovibile. Il risultato resta in bilico e il Ladispoli può ancora sperare. Punizione da distanza siderale per i padroni di casa al 20': Zucchi intuisce la traiettoria del traversone ma anche il portiere ospite, che lo anticipa di un niente e blocca. Punizione di Calabresi dal vertice al 28': serie di tocchi in area poi Zucchi batte il fortino ospite infila con un piatto sottomisura che concretizza l'agognato pareggio. Tutto da rifare per l'Urbetevere. La partita si surriscalda sempre di più. Tanta caparbietà da parte dei locals negli ultimi minuti, nonostante l'inferiorità numerica per l'espulsione di Bianchi al 29', ma non serve. La partita termina col risultato più giusto, 1-1, ma un atteggiamento da parte dei giocatori non proprio adeguato alla qualità espressa.