Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Parisella e Paris in coro: "Itri - Colleferro? Non è decisiva"

Tre punti pesantissimi in palio, soprattutto se dovessero vincere i padroni di casa, che possono contare su un calendario più favorevole



La Nuova Itri capolistaForse non sarà decisiva, come ammettono gli stessi tecnici Parisella e Paris, ma Nuova Itri - Colleferro è di certo un crocevia fondamentale a dieci giornate dalla fine del campionato. Tre punti pesantissimi in palio, soprattutto se dovessero spuntarla i padroni di casa. Vincendo i pontini volerebbero a più quattro, con un calendario sulla carta più facile rispetto ai rossoneri. La Nuova Itri non può essere più considerata una sorpresa, ma una bella realtà di questo campionato, che è riuscita a mettersi alle spalle club considerati ad inizio stagione decisamente più forti come Albalonga (che ha sicuramente pagato la Coppa Italia, ndr) e il Cassino. Il Colleferro, dal canto suo, sa che come obiettivo minimo domenica dovrà ottenere un pareggio: non riuscire a vincere questo campionato sarebbe delittuoso per lo spessore della rosa. La squadra domenica scorsa è riuscita a riscattare il mezzo passo falso nel derby e per Morelli e compagni è arrivato il momento di tirare fuori un’altra prova d’orgoglio, magari come quella sfoderata contro l’Albalonga nel giorno dell’esordio di Fabrizio Paris in panchina…

Qui Nuova Itri. “Non sarà una gara decisiva - commenta il tecnico pontino Parisella - Ma sicuramente importante. Il Colleferro è una grandissima squadra, può contare su calciatori abituati a giocare certi match. Dovremo essere perfetti per fare bottino pieno: vogliamo riscattare la sconfitta dell’andata”. Proprio dal 3-1 del Caslini ripartì la cavalcata della sua squadra: “Dopo i ko con il Cassino e i rossoneri abbiamo ricominciato a macinare risultati, e mi sono reso conto di avere a disposizione un gruppo di calciatori straordinari, che ha saputo ricompattarsi nel momento più difficile della stagione”. Tra le belle sorprese della sua rosa fa il nome di un giocatore su tutti: “Dico Calemme. Nonostante sia giovanissimo (è del 1997), è cresciuto in maniera esponenziale, riuscendo a segnare anche otto gol. Può andare lontano…”. La Serie D non è un obiettivo lontano: “Dobbiamo vivere alla giornata, gara dopo gara. Se crediamo nei nostri mezzi possiamo arrivare in fondo”.

Morelli esulta con i compagni foto © ReflexQui Colleferro. Anche Fabrizio Paris concorda con l’allenatore della Nuova Itri: “Match decisivo? Assolutamente no, ci saranno altre nove gare e la stagione è ancora lunga. Sicuramente per noi sarebbe deleterio perdere, ma le sorprese sono dietro l’angolo”. Con il Pomezia i rossoneri hanno tirato fuori un’ottima prestazione: “Abbiamo giocato bene e sono soddisfatto della prova. Domenica sarà una gara particolare, che potrebbe essere decisa da un episodio. Cercheremo di riprenderci la vetta del raggruppamento”.