Notizie
Categorie: Giovanili

Pedofilia, arrestato a Roma un allenatore di calcio: abusava di minori di 13, 14 e 15 anni

Una brutta notizia scuote il mondo dello sport giovanile capitolino. Il tecnico colto in flagranza di reato dopo sette mesi di indagini



Image titleUn grave caso di pedofilia scuote il mondo del calcio giovanile romano. A.A., allenatore di una formazione composta da ragazzi di età compresa tra i 13 ed i 15 anni, è stato arrestato dalla IV sezione della Squadra Mobile di Roma con la pesante accusa di “prostituzione minorile e atti sessuali con minorenni”. L’indagine era iniziata lo scorso 21 febbraio, quando alcuni genitori avevano segnalato il pericolo alla Polizia, dopo essere stati messi al corrente dal figlio di un tentativo di approccio nei suoi confronti da parte dell’uomo. Approfittando del suo ruolo, l’allenatore conquistava la fiducia dei ragazzi, anche attraverso l’invio di regali, quali ricariche telefoniche o somme di denaro, per abbassare il livello di guardia dei minori e coinvolgerli in attività sessuali. 


L’indagine. Attraverso pedinamenti e appostamenti, l’uomo è infine stato colto e arrestato in flagranza di reato, dando la possibilità al pm di ottenere “elementi inoppugnabili” in sede processuale. Si è trattato di un’indagine complessa, durata sette mesi, che è stata portata avanti senza coinvolgere i minori offesi, sia per non turbarli ulteriormente, sia per non limitare a due i capi di accusa. Il rischio, infatti, era che il giudice potesse considerare il reato come un unico errore occasionale. Dall’attività investigativa, invece, è uscito fuori il ritratto di un uomo socialmente pericoloso, che reitera il suo comportamento, senza mostrare alcune senso di colpa. E’ stato così possibile risalire anche a comportamenti analoghi compiuti in passato su altre vittime, quando l’uomo lavorava in un’altra struttura aperta ai ragazzi.


(Fonte: Corriere della Sera)