Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Perconti e Tor 3 Teste si candidano, ma le altre non mollano

Bellinati ed i suoi blindano il primato, Federico e compagni lo ritrovano. Alle loro spalle è però guerra aperta, almeno fino al prossimo turno...



Onorati esulta dopo il 2-2 all'Accademia (photosportroma.it)Una sola autentica conferma dopo i 90 minuti appena trascorsi: la Vigor Perconti fa davvero paura. Con gli annessi e i connessi del caso: il gol che avrebbe portato l'Accademia sul 3-0 era tutt'altro che irregolare, ma rimane a tutt'oggi incomprensibile l'espulsione rifilata a Bonaventura. Parentesi, le due società nelle vesti di Attilio Ortenzi e Francesco Bellinati si sono poi confrontate sui social stringendosi virtualmente la mano e questo è sicuramente un segnale positivo. Tornando al campo, la prestazione messa in opera dalla capolista del girone B è stata davvero scoraggiante per le avversarie dirette per la corsa al titolo. Elementi decisivi che entrano dalla panchina, gioco collaudato e vario, rabbia agonistica ed attributi di degni di nota. Sono tutti ingredienti che possono portare fino in fondo. Evento già accaduto a carattere sia regionale che nazionale. Fabrizio Papotto ha dimostrato sabato di aver preparato molto bene la gara, modificando alcune impostazioni positive già viste contro il Savio e che, gioco-forza, non poteva ripetere per mancanza d'interpreti. L'unica pecca dell'Accademia Calcio Roma è quella di rimanere poco attenta sul pezzo: era successo contro il team di Bolic, è accaduto immediatamente dopo l'"annullamento" del 3-0. Serve ancora un po' più di testa all'undici di via Settebagni per pensare di essere davvero grandissima. Adesso il primato è ormai sfumato, perché anche se restano 25 punti in palio i 5 che separano De Bartolo e compagni dai blaugrana, vista la condizione fisica e mentale della capolista, appaiono davvero incolmabili. Piuttosto, sempre in tema di attenzione, l'Accademia deve guardare nel suo specchietto retrovisore. Il Certosa continua ad andare forte ed ha limato lo svantaggio a sole due lunghezze grazie al successo in casa della Fortitudo ed avrà il vantaggio di giocare lo scontro diretto in casa alla tredicesima di ritorno, con la qualificazione probabilmente già in tasca (al momento i vantaggio sulla quarta è di 9 punti). All'andata l'Accademia si impose 4-2, punteggio abbastanza comodo da gestire, fin quando non si prendono 2 gol senza segnarne...


Federico (T3T) (photosportiva.it)Il ritorno Il peggio è definitivamente passato in casa Tor Tre Teste. Dopo lo schiaffone rimediato a Tor di Quinto ormai due mesi fa ed il periodo di convalescenza che ne è seguito, la formazione di Fabi si è ripresa la testa della classifica a suon di gol ed ottime prestazioni: quello che si aspettava da una formazione disegnata per vincere. In casa del Futboclub (ormai formazione che più pazza non si può) i rossoblu hanno ribaltato lo svantaggio e vinto di forza. Il successo in via del Baiardo (e sembra quasi voluto dal destino, poche centinaia di metri più avanti sarebbe iniziato il ciclo horribilis) è il climax di una ritrovata voglia di vincere, mai sopita, ma suffragata anche dai fatti. Sabato, però, arriva la prova del 9. In via Candiani arriva il Grifone Monteverde, che la voglia di stupire non l'ha persa mai, ed anzi, continua a ritagliarsi uno spazio importantissimo in categoria. La formazione di Radi gioca davvero un bel calcio e negli ultimi tempi lo sta accomunando a quella praticità che le aveva fatto perdere occasioni importanti per allungare in classifica. Caso clinico fu proprio quella sfida al Villa dei Massimi chiusa con un 3-4 dopo essere andata in vantaggio per due volte. Il Grifone Monteverde scenderà in campo con il Tor di Quinto nel mirino (anche se i rossoblu saranno opposti alla modesta Boreale) che ha testato sulla sua pelle cosa voglia dire andare a giocare a Villanova. Campo che, nonostante la situazione di classifica, continua ad essere tra i più difficili. Merito di un tecnico come Stefano Volpe che tiene la sua squadra sempre sulla corda, anche perché i giovani tiburtini settimanalmente devono anche aiutare la prima squadra a raggiungere il sogno Serie D. Sarà quindi, soprattutto nel girone A, un finale di stagione tutto da vivere. Tor Tre Teste, Tor di Quinto e Grifone Monteverde si daranno battaglia.