Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Pesante sconfitta per la Futsal Isola contro il Partenope: 7-1 il finale

La formazione di Sannino non trova la prima vittoria stagionale e naufraga nella trasferta in terra campana. Di Moreira la rete della bandiera



GOLDEN EAGLE PARTENOPE – FUTSAL ISOLA 7 – 1 

MARCATORI 07’57’’ aut. Zoppo (P), 18’55’’ Iazzetta (P), 20’20’’ Campano (P), 21’30’’ Campano (P), 23’38’’ Moreira (I), 34’08’’ Campano (P), 37’29’’ Arillo (P), 38’45’’ Di Iorio (P)

GOLDEN EAGLE PARTENOPE Marchesano, Simeone, De Crescenzo, Di Iorio, Campano, Iazzetta, Arillo, Madonna, Frosolone, Calabrese, Guido, D’Aniello ALLENATORE Di Iorio

FUTSAL ISOLA Patrizi, Lutta, Luiz, Djelveh, Marchetti, Arribas, Emer, Milani, Zoppo, Basile, Bonanno, Moreira ALLENATORE Angelini

ARBITRI Belsito (Lamezia Terme), Fiorentino (Molfetta) CRONO Rago (Battipaglia)

NOTE Ammoniti Campano, Arillo (P), Luiz, Moreira, Zoppo, Djelveh (I). 

Falli 5-7, 4-4; Rigore fallito da D’Aniello (P) al 39’


Arribas (Foto © Futsal Isola)La prima trasferta è uno shock. A Pozzuoli la Futsal Isola naufraga: sette a uno per il Partenope, tutto sbagliato. “È stata la classica partita storta che in un campionato ci può stare. Analizzarla è quasi impossibile - il commento del presidente Massimiliano Mazzuca -. Non c’eravamo fisicamente, tecnicamente, tatticamente e di testa. Troppo brutti per essere veri. Loro c’hanno subito pressati alti, ci mordevano le caviglie, noi non siamo stati in grado di prendere le misure. Abbiamo avuto poca cattiveria. Ma chiunque avessimo di fronte avremmo fatto male. Queste partite capitano e ne prendiamo atto. Ora però dobbiamo immediatamente resettare e voltare pagina. Siamo solo alla seconda giornata, il campionato è lunghissimo. Io credo ciecamente nel roster e in tutto lo staff tecnico. Questa sconfitta ci deve servire da lezione per darci nuovo slancio. Dopo una brutta figura del genere tutti sono chiamati a riscattarsi già da sabato prossimo quando in casa, al PalaFersini (calcio d’inizio alle 17) incontreremo una delle pretendenti alla vittoria del campionato, quell’Atletico Belvedere che finora è stata la squadra che ha fatto meglio. Noi dovremo metterci quella cattiveria che i ragazzi del Partenope hanno messo in campo contro di noi. Bisogna tirare fuori gli attributi, dimostrare che siamo una squadra vera, fatta di uomini e calciatori veri. Abbiamo i mezzi tecnici e le doti morali per risollevarci da questa sconfitta e fare punti nelle prossime partite. Non sarà facile, lo sappiamo bene tutti, ma in campo deve esserci quella voglia di lottare su ogni pallone, di giocare con il coltello in mezzo ai denti che non si è vista contro il Partenope”.