Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Piccone stoppa la Valle del Tevere: finisce 1-1 a Forano

La Vigor Perconti frena la formazione di Scaricamazza sul fil di lana



8a Giornata - 26 ott 2014
1 - 1

MARCATORI 22’st Toscano (VT); 43’st Piccone (VP)

VALLE DEL TEVERE Cima, Molon, Di Giovanni, Piergentili, Cremonini, Nocelli, De Francesco (28’st Bouagba), Fiorentini, Mascarucci, Giannetti, Toscano (42’st Sim. Scaricamazza) PANCHINA Piccarozzi, Milazzo, Migliorati, Stati, D’Ascenzi ALLENATORE Scaricamazza 

VIGOR PERCONTI Dimasi, Vitolo (24’st Nicolini), Forte, Pomposelli, Perfili, Borgia (39’st Iemma), Cremolini (22’st Lisari), Di Bari, Piccone, Provaroni, Caverni PANCHINA Scalabrin, Sambruni, Campanella, Zampolini ALLENATORE Bellinati 


Toscano, in gol per la Valle del TevereLa giovane Vigor Perconti coglie l’impresa al Comunale di Forano: non si tratta di colpaccio, ma poco ci manca per i ragazzi di Bellinati, che impongono il pari interno ai più quotati avversari della Valle del Tevere, considerata quale autentica corazzata del girone. Un punto che vale quanto una vittoria, soprattutto perché arrivato proprio nel finale di una gara pazzesca, in cui a recriminare sono (e non può essere altrimenti) soltanto i sabini. Arbitraggio che probabilmente ha risentito un po’ della cosiddetta “sudditanza psicologica”, alla quale si aggiunge l’insufficienza a dirigere impegni di una certa importanza. Questo va detto, specificando che una corazzata come quella biancoazzurra (basta leggere i nomi del tabellino) non ha bisogno di eventuali favori arbitrali nelle gare interne, perché il valore è inestimabile di per sé, ma gli errori da parte del giudice di gara sono stati molteplici e tutti (o quasi) a “senso unico”. Il primo tempo scorre via senza grossi scossoni, con i padroni di casa a controllare di più il gioco ed i blaugrana a difendersi con ordine e razionalità, malgrado qualche sbavatura difensiva di troppo a livello difensivo, dovuta soprattutto all’inesperienza in categoria. Al 37’ ci prova Caverni, ma la palla finisce oltre la traversa. All’intervallo è 0-0, con una direzione di gara a lungo contestata in maniera giustificata soprattutto dalla compagine ospite. La ripresa inizia con i padroni di casa decisamente più convinti ed una Vigor almeno inizialmente “sorpresa” dal ritmo imposto dai sabini, che vanno più volte vicini al vantaggio soprattutto con il loro uomo migliore, ovvero Mirko De Francesco: al 6’ il tiro dell’ex calciatore professionista termina alto di poco; un minuto più tardi, invece, è il palo a negargli la gioia del goal, a Dimasi battuto. Al 18’ è clamoroso l’errore dello stesso straordinario esterno offensivo a disposizione del club sabino, che di testa manda incredibilmente alto da ottima posizione, su cross proveniente dalla sinistra. Il goal arriva però al 22’ quando, sugli sviluppi di un corner, Toscano salta più in alto di tutti e supera l’estremo difensore ospite con un tocco di testa di assoluta precisione. Qualche protesta da parte di Pomposelli all’indirizzo di Colelli, soprattutto per un tocco di mano che lo stesso arbitro non vede poco prima di concedere il calcio d’angolo. Inspiegabile, è poi la scelta del tecnico di casa che, sul punteggio di 1-0 toglie dal campo lo stesso De Francesco per inserire un’incontrista (Bouagba) al 28’ e successivamente, con la Vigor Perconti in pressione, Toscano che fino  quel momento rappresentava il vero pericolo in avanti, soprattutto dopo l’uscita dell’ esterno ex Viterbese e Grosseto. Cima salva ottimamente la propria porta sul tentativo dal limite di Caverni, ma non può far nulla sul tap-in vincente di Piccone al 43’, che vale il pari dopo che l’ex centrale del Monterosi Piergentili aveva incredibilmente salvato il risultato sula linea di porta, sugli sviluppi del colpo di testa a botta sicura di Caverni a portiere battuto. Nel finale i padroni di casa ci provano ancora, ma senza la spinta offensiva di Toscano e De Francesco, la squadra perde sicuramente più di qualcosa in fatto di pericolosità offensiva e così è la Vigor Perconti a cercare il goal che sarebbe valso la clamorosa rimonta e la vittoria proprio nel recupero, ma la difesa dei sabini fa buona guardia e si salva. Finisce 1-1 dunque, per un pari che sa certamente di beffa per la Valle del Tevere che aveva l’occasione di issarsi in vetta in solitaria, mentre per la Vigor Perconti è un punto d’oro in ottica classifica ma soprattutto a livello di convinzione nei propri mezzi a disposizione.