Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Podgora e Fortitudo Roma, doppio botta e risposta

Ospiti in vantaggio nel primo tempo e raggiunti a due minuti dall'intervallo. Nella ripresa avanti il Borgo, ma i romani trovano il 2-2 dopo appena tre giri di lancette



6a Giornata - 25 ott 2014
2 - 2

MARCATORI 16´pt autogol Barcella (BP), 43´pt Toto (BP), 19´st. autogol Colapietro (FC), 22´st Colapietro (FC).

BORGO PODGORA Viscusi M., Bianconi, De Gol, Ragozzo, Barcella, Di Marco, Alessandro, Mauriello, Bragazzi, (9'st Agostini), Toto (26'st Fiorentino), Viscusi C., (33'st Sanna). PANCHINA Salvador, Gucciardi, Bigolin, Iannucci. ALLENATORE Mariano-Prisco.

FORTITUDO ROMA Trunzio, Piccolino, Grifoni Lo, Conti, Colapietro, Modestini, Berbeglia (11´st Verrino), D'Agostino (47'st Coppotelli), Gangemi (33'st Giovino), Nardone, Grifoni Le (18'st Forestali). PANCHINA Mazzetti, Camponeschi, Izzi. ALLENATORE Toto (in tribuna per squalifica).

ARBITRO Altobelli di Frosinone.

NOTE Ammoniti De Gol Angoli 4-2 Rec. 0´pt - 3´st 


Un pareggio (2-2) scialbo tra il Podgora Calcio 1950 e la Fortitudo Calcio Roma al termine di una prova non esaltante e ricca di sbavature. Se in alcuni casi parliamo di errori comprensibili, spesso si sono viste leggerezze e svarioni che non si possono tollerare nell´arco di novanta minuti che mettono in palio punti preziosi per la corsa play-out. 

Podgora, pareggio in casa © Ufficio Stampa Podgora CalcioI primi minuti sono di studio, poi ci pensa D´Agostino al 10´ a vivacizzare un po´ l´incontro con un tiro dal limite dell'area borghigiana, la palla che sfiora di poco il palo alla destra di Viscusi. Al 16´ la Fortitudo passa in vantaggio, punizione di Nardone che mette la sfera in mezzo all´area, Barcella nell´intento di rinviare, impatta male la palla che finisce alle spalle dell´incolpevole numero uno di casa. I padroni di casa provano subito a reagire, su una punizione di Di Marco che mette in area, Barcella di testa sfiora il palo. I capitolini provano a chiudere la partita, prima con Nardone al 30´, che dai venti metri lascia partire un gran sinistro che sfiora di poco l´incrocio, poi con Berbeglia al 41´ che tira dalla sinistra sul palo lungo e la sfera finisce di poco fuori. Solo un episodio può sbloccare i borghigiani e arriva prima del riposo: al 43´ su un cross innocuo di Alessandro, il portiere ospite ha un´indecisione, Toto ne approfitta e deposita la palla in rete di testa.

Ad inizio ripresa, esattamente al 13´ Agostini subentrato a Bragazzi, ha la possibilità di portare in vantaggio il Podgora, su lancio di De Gol, ma la palla finisce di poco fuori. Passa qualche minuto e i borghigiani passano in vantaggio al 19´ su autogol di Colapietro che cerca di anticipare Viscusi C., ma deposita la sfera alle spalle del portiere.Tre minuti dopo ci pensa proprio Colapietro a riequilibrare la gara, con un bel colpo di testa che finisce sotto la traversa difesa da Viscusi. La Fortitudo spinge e Gangemi al 25´ dopo una bella azione personale tira di poco fuori. L´occasione più grande per riportare in vantaggio la propria squadra c´è l´ha il Podgora, Viscusi C., solo davanti al portiere, cerca di saltarlo, ma trova un attento Trunzio che si fa perdonare l´indecisione del primo tempo e blocca la palla. A un minuto dal termine Verrino tira alto dopo un bello scambio con Giovino. Nei tre minuti di recupero dove non succede più nulla, ci pensa il fischietto ciociaro a mandare tutti negli spogliatoi. Finisce qua l´incontro, una gara sottotono per i padroni di casa, il duo Mariano-Prisco avrà molto da lavorare, come attenuante c´è dalla loro che hanno avuto pochissimo tempo per operare con il gruppo.