Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Poker Accademia Calcio Roma: Albalonga, adesso è crisi nera

Grande prestazione dei ragazzi di Papotto. L'undici di Citernesi recrimina per un rigore molto dubbio



ALBALONGA - ACCADEMIA CALCIO ROMA 1-4

MARCATORI Marchetti 36’pt (AL), De Bartolo 40’pt (AC), Baldacci 11’st (AC), Ferrara rig 14’st, 43’st (AC) 

ALBALONGA Galluccio 5.5, Boschi 5.5, Pitzianti 5.5, Angeli 5.5, Vilmercati 5.5, Branca 5, Salsano 5.5, Giovinazzo 6, Marek 6 (27’st Marchetti 6.5), Liardo 5.5 (12’st Scicchitano 5.5), De Gennaro 5.5 PANCHINA Scolibastri, Lancioli, Pistolesi, Primerano, Vroni ALLENATORE Citernesi 

ACCADEMIA Peri 6, Ameli 6.5, Antenucci 6.5, Castrorani 6.5, Modesti 6, Settele6, Baldacci 7 (40’st Camilli sv), De Bartolo 7 (38’st Pascucci sv), Guidi 6 (19’st Luciani 6) , Brighi 6.5 (23’st Alessandrelli 6), Ferrara 7 PANCHINA Ciampini, Pastorelli, Fiore ALLENATORE Papotto 

ARBITRO Laudando di Aprilia, 5 

NOTE Ammoniti Giovinazzo, Modesti, Ferrara, Boschi, Angeli Rec. 1'pt - 2'st 


Continua la marcia dell’Accademia Calcio Roma che non sbaglia contro l’Albalonga e porta a casa i tre punti con un bel 4-1. I ragazzi di Papotto con questa vittoria avanzano a quota 9 e di fatto inguaiano l’Albalonga, ancora nei bassifondi della classifica e ancora senza identità di gioco. Per mister Citernesi la situazione inizia a diventare critica: un punto in quattro partite è davvero troppo poco…   


©GAZZETTAREGIONALEPrimo tempo. Dopo il pronti-via gli ospiti cominciano bene la gara e intorno al 12’ potrebbero esultare già per il primo gol di Guidi, ma il sig. Laudando di Aprilia vede un fuorigioco e annulla la rete. L’impatto iniziale è buono per l’undici di Papotto che al 16’ si rende ancora pericoloso in zona gol, questa volta ci prova Ferrara con il mancino, ma Galluccio risponde presente e respinge in calcio d’angolo. L’Albalonga si fa vedere soprattutto con tiri da lontano. Al 19’ Salsano prova da fuori con Peri lontano dai pali. Conclusione alta e da dimenticare. La fase centrale della partita scorre sotto un sostanziale equilibrio. Intorno alla mezz’ora però, arrivano brutte notizie per i castellani che perdono Marek per infortunio: al suo posto mister Citernesi lancia Marchetti e il cambio sarà azzeccatissimo. Al 36’, infatti, Giovinazzo imbecca il numero 14 in verticale. Il neo entrato incrocia subito con il destro e la sfera passa sotto il corpo di Peri (tutt’altro che perfetto) e s’insacca per l’1-0. Neanche il tempo di annotare il gol che l’Accademia pareggia i conti: siamo al minuto 40. Calcio di punizione all’altezza della lunetta. Alla battuta va De Bartolo che disegna una traiettoria perfetta sul palo del portiere e infila il pallone sotto l’incrocio per la gioia dei compagni: 1-1. Sulle ali dell’entusiasmo gli ospiti potrebbero addirittura portarsi in vantaggio due minuti più tardi, ma il destro da buona posizione di Brighi viene neutralizzato molto bene da Galluccio in corner. 


Seconda frazione. La ripresa si apre esattamente come si era chiuso il primo tempo, ovvero con la compagine ospite pericolosa. Ottima percussione dalla sinistra di Guidi che fa partire un siluro, ma sulla sua strada trova un super Galluccio che ancora una volta tiene a galla i suoi deviando sopra la traversa. L’Albalonga però non resta a guardare e poco dopo colleziona un ottimo contropiede gestito da Marchetti, assist per Pitzianti (spostato sulla linea degli attaccati per tutta la ripresa) che dal vertice fa partire un missile di poco alto. E’ un continuo botta e riposta e all’11’ i ragazzi di Papotto si portano in vantaggio grazie a Baldacci, che si fa tutta la fascia sinsitra, arriva sul fondo, salta il suo diretto marcatore e buca il portiere che questa volta non può nulla e 1-2. Adesso serve la reazione dell’Albalonga ma quattro minuti dopo arriva l’episodio che di fatto cambia la partita: siamo nell’area dell’Albalonga, Baldacci cade dopo uno scontra con Vilmercati, il contatto sembra lieve ma incredibilmente l’arbitro concede il calcio di rigore sotto le proteste dell’Albalonga. Dal dischetti si presenta Ferrara che non sbaglia il tris. Questo sarà un gol che taglierà le gambe all’Albalonga che non riuscirà più a rendersi pericolosa e a rientrare in partita e anzi, nel finale l’Accademia mette il punto esclamativo sulla gara e con una grande punizione di Ferrara fissano il risultato sul 4-1.