Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Poker del Lido di Ostia, la Virtus Palombara cade 4-2

Nel big match della serie C1, la formazione lidense supera i sabini e torna in corsa per il secondo posto, ma la Capitolina vola via in vetta



LIDO DI OSTIA – VIRTUS PALOMBARA 4-2


MARCATORI
Jabà 1’ (L), Albano 16’ (V), Paradiso A. 17’ (L), Jabà 22’ (L), Gioia 28’ (V) nel p.t. Fred 22’ (L) nel s.t.

LIDO DI OSTIA Paradiso P., Ruzzier, Fred, De Santis, Galoppi, Alfonso, Ridenti, Grassi, Jabà, Paradiso A., Finelli, Budoni ALLENATORE Matranga

VIRTUS PALOMBARA Maresca, Gioia, Gentile, Scaccia, Milani, Albano, Kocic, Butnaru, Moretti, Caloisi, Di Ponto ALLENATORE Fiore

ARBITRI Aragona di Roma 2, Bottini di Roma 1

NOTE Ammoniti Galoppi, Alfonso, Gioia, Butnaru Falli 4-5, 4-4 Rec. 2’pt – 1’st


Image titleIl Lido di Ostia vince il big match contro la Virtus Palombara e si porta ad una lunghezza dalla seconda posizione occupata proprio dai sabini. Un successo che, vista la concomitante vittoria della Capitolina, permette alla capolista di scavare un enorme divario sulle inseguitrici. Il successo del Pala di Fiore rappresenta la terza vittoria su tre gare con Matranga sulla panchina lidense, mentre il Palombara incappa ne secondo ko stagionale.


Primo tempo. Avvio di match tutto di marca Lido di Ostia, che in meno di un minuto è già avanti con un diagonale potente di Jabà De Nichile, su assist di Grassi. Il vantaggio non accontenta i padroni di casa, che continuano a spingere e sfiorano il raddoppio in un paio di circostanze. La reazione ospite arriva con un conclusione di Gioia, che non impensierisce Paradiso. La Virtus trova comunque il pareggio a metà frazione. Palla filtrante di Milani per Albano, che controlla al centro dell’area, si gira e non lascia scampo a Paradiso. L’1-1 dura appena un giro di orologio, perché al 17’ il Lido si riporta in vantaggio. Dormita generale della difesa sabina, sugli sviluppi di un corner, e tocco a porta vuota di Antonello Paradiso per il 2-1 lidense. Il Palombara non reagisce e il Lido sfiora il tris con Fred, che centra in pieno la parte bassa della traversa, con la sfera che rimbalza sulla linea, e lo trova un minuto più tardi con una conclusione dalla metà campo lidense di Jabà, che pesca fuori dai pali un Di Ponto non particolarmente reattivo. Il Lido continua a spingere e al 26’ Fred, in diagonale sfiora il poker. La Virtus si riaffaccia in avanti nel finale di tempo e al 28’ è Gioia, direttamente su calcio piazzato a riportare sotto i suoi.


Secondo tempo. Nella ripresa il Palombara cambia decisamente ritmo e alza il baricentro, mentre il Lido non riesce più a riproporsi con efficacia in avanti. Al 2’ ci prova Kocic, senza inquadrare lo specchio, mentre poco dopo è Milani a vedere la sua conclusione respinta dalla difesa lidense. I padroni di casa si rendono pericolosi al 15’: contropiede di Paradiso e palla per Fred, ma Di Ponto salva in uscita bassa. Il Palombara cala di intensità e il team di Matranga ne approfitta per alleggerire la pressione e provare a difendere il risultato, cercando anche il gol della sicurezza. Dopo una conclusione pericolosa di De Santis, i padroni di casa trovano il poker al 22’ con un preciso diagonale di Fred, che beffa Di Ponto. Subito il 4-2, Fiore inserisce immediatamente Gioia nel ruolo di portiere di movimento. Il Palombara chiude il Lido nella sua metà campo, ma la difesa lidense riesce a limitare le conclusioni avversarie, sfiorando la rete con dei tiri dalla distanza. L’unico vero pericolo per la porta di Paradiso arriva al 28’, con Milani che calcia da posizione centrale e Ricci che non trova la deviazione sotto porta. Il risultato non cambia più, il Lido conquista i tre punti e fa sentire il suo fiato sul collo del Palombara.