Notizie

Policlinico Tor Vergata: i dipendenti della cooperativa Arcobaleno si barricano sul tetto dell’ospedale

In 4 sono saliti sul tetto della struttura dal primo mattino: “Vogliamo incontrare Zingaretti”



Foto © Gazzetta RegionaleDalle prime ore della mattina, un gruppo composto da 4 lavoratori della cooperativa Arcobaleno è salito sul tetto del Policlinico Tor Vergata di Roma. I motivi della protesta sono legati alla difficile situazione economica connessa ai tagli al personale che l’ospedale romano sta effettuando secondo le direttive regionali e che coinvolgono i 330 dipendenti della Cooperativa Arcobaleno che fornisce multi servizi al Policlinico romano.


La storia. Dal 22 settembre di quest’anno davanti l’entrata del Policlinico di Tor Vergata staziona un accampamento composto dai lavoratori della Cooperativa Arcobaleno, un ente che fornisce assistenza multi servizi ai pazienti ricoverati nell’ospedale. Le tende – una grande, blu, e due più piccole – ospitano a rotazione e in presidio fisso i 330 dipendenti della cooperativa, di cui 70 sono a rischio licenziamento dopo il varamento di un serie di tagli voluti dalla Regione Lazio per rientrare del debito in materia sanitaria. “Licenziamenti che però sono stati confermati il 30 Novembre – raccontano i lavoratori a “Gazzetta Regionale” – Fortunatamente ora è stato disposto un rinvio al termine dell’anno, ma non ci sono prospettive future”. Proprio per questo motivo nella mattinata 4 dipendenti della cooperativa si sono barricati sul tetto della struttura ospedaliera minacciando di compiere gesti estremi “frutto della disperazione”.


Le richieste. Le voci, amplificate dal megafono che permette ai 4 di comunicare con il resto del gruppo rimasto al piano terra del policlinico, trasmettono un messaggio chiaro: “Vogliamo parlare con Zingaretti”. Zingaretti è  Nicola, il Presidente della Regione, ma anche il Commissario ad acta del settore sanità regionale, ruolo che lo stesso ha ricevuto dopo la nomina del marzo dello scorso anno da parte del Consiglio dei Ministri. Un ruolo non semplice in una regione che proprio per l’indebitamento del settore legato al welfare ha subito tagli e contrazioni. Al Presidente Zingaretti i lavoratori chiedono inoltre spiegazioni sugli esiti dell’appalto di gestione legato ai multi servizi di Tor Vergata: “L’appalto per i lavori che fornivamo come Cooperativa è stato vinto ad un altro ente – racconta un altro lavoratore – per un valore totale di 26 milioni di euro. Eppure se dovessero internalizzare tutti i dipendenti che fanno parte del gruppo Arcobaleno il costo per la regione sarebbe di 11 milioni netti. Meno della metà di quanto speso al momento”.


Foto © Gazzetta RegionaleLe risposte. Sul luogo della protesta sono arrivate due vetture dei vigili del fuoco che hanno recintato l’area sottostante il tetto dove sono saliti i 4 dipendenti per scongiurare eventuali risvolti drammatici della vicenda. Fra i presenti anche il consigliere regionale M5S del Lazio, Devid Porrello che ha promesso ai presenti di attivarsi presentando la questione al consiglio regionale e di seguirne le vicende passo dopo passo. Dalla dirigenza interna a Tor Vergata intanto fanno sapere che una richiesta di internalizzazione resta un obiettivo non percorribile venendo meno la possibilità di integrare i lavoratori nella deroga del 15% prevista dal piano di rientro regionale.