Notizie

Polisportiva Carso, Del Prete: “L’obiettivo non cambia”

Il tecnico è soddisfatto dei risultati, ma i piedi sono saldamente ancorati al suolo; ora c’è la trasferta a Frosinone



La Polisportiva Carso è una delle sorprese del campionato. Una squadra ben attrezzata, agile e tecnica: combatte dall’inizio della stagione per ritagliarsi un suo posticino fra le grandi del girone B. Non hai mai subito una sconfitta contro squadre di seconda fascia, ma non solo: con 48 goal fatti si configura come secondo miglior attacco del campionato (una rete in meno rispetto alla Lazio ed alla Roma) ed avendo subito solo 12 marcature (al pari del Frosinone) è ad oggi titolare della quarta miglior difesa del girone. Numeri che possono inorgoglire il tecnico, Gennaro Del Prete: “Stiamo lavorando bene, su questo non c’è dubbio. Ma nonostante i buoni risultati e l'attuale Image titlepiazzamento, l'obiettivo non cambia: dobbiamo salvarci, proveremo a raggiungerlo il prima possibile. Continuiamo con gli stessi, semplici presupposti, cerchiamo sempre di fare la nostra partita e devo dire che sinora ci siamo riusciti quasi sempre.” Un riferimento chiaro all’ultima gara disputata: la disavventura patita in casa, con la Tor Tre Teste (0-4). “Un match che non abbiamo affrontato bene, sbagliando totalmente. Ci è mancata la cattiveria, il giusto approccio alla partita.” E anche quest’ultimo dato va ad inserirsi nel quadro proibitivo del Carso, un vero tabù: ad eccezione della vittoria per 2-1 con la Vigor Perconti, la formazione di Del Prete non è mai riuscita a strappare i tre punti nel confronto con una grande. “Chiaramente certe squadre sono in possesso di una tale qualità, da rendere particolarmente difficile giungere al traguardo. Anche se devo dire che spessso ci siamo andati molto vicini: per esempio, se avessimo sconfitto la Lodigiani, non avremmo di certo rubato nulla. Sono del parere che molto spesso le nostre sconfitte contro le migliori sono derivate perlopiù da demeriti nostri.” Prima del giro di boa, ci sarà un’altra possibilità per il Carso di sfatare la maledizione. La trasferta più dura di tutte, a Frosinone, contro una squadra agonisticamente arrabbiata dopo essere stata spodestata. “Il Frosinone si commenta da solo, un team che è stato primo  fino a poco tempo fa, che ha subìto sinora un’unica sconfitta. Non sarà semplice, noi proveremo a fare la nostra partita, magari con quache accorgimento più prudente. Ma soprattutto, cosa pù importante, mi auguro di recuperare qualcuno, abbiamo diverse assenze. Strascichi della Tor Tre Teste? Non credo, è difficile leggere i ragazzi, ma mi sembra di averli visti tranquilli e concentrati in settimana.” Un ultima parola in riferimento a Vincenzi, prolifico giocatore del Carso, attualmente in testa nella classifica marcatori con 18 reti all’attivo. “Ci fa molto piacere, è bravo, sta facendo molto bene in questa stagione.”