Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Pontinia corsaro sul campo del Fontana Liri

Il gol di Zanutto, in avvio di ripresa, permette alla formazione pontina di conquistare l'intera posta in palio



14a Giornata - 07 dic 2014
1 - 2

MARCATORI 7’pt Incollingo (P), 44’pt Di Stefano rg. (F), 10’st Zanutto (P)

FONTANA LIRI Battista, Bornivelli (39’st Quaglieri), Rocco, Grillotti, Patriarca, Pesce, Saraco, Colafrancesco (16’st Chiarlitti), Gabriele (16’st Bianchi E.), Di Stefano, Conti PANCHINA Bianchi A., Seprodi, Perna ALLENATORE Grimaldi

PONTINIA Rocci, Ceccarelli, Lambiasi, Pasciuti, Fiorini, Stefanelli, Pellerani (37’st Andualem), Conforto, Guzzon (27’st Surpi), Zanutto, Incollingo PANCHINA Montin, Quintana, Locarini, Battistuzzi ALLENATORE Crociara – Palmieri

ARBITRO Campobasso di Formia

NOTE Espulso Zanutto (P) per doppia ammonizione Ammoniti Patriarca, Saraco, Grillotti, Rocco, Chiarlitti, Lambiasi, Surpi


Image titleColpo esterno del Pontinia che supera di misura il Fontana Liri e lo supera in classifica. Match che si mette subito al meglio per il team ospite. Al 7' si accende un batti e ribatti in area dei padroni di casa e Incolingo è il più lesto a conquistare la sfera e ad insaccare il vantaggio del Pontinia. Il gol non taglia le gambe ai padroni di casa che si riversano in avanti e si rendono pericolosi con Di Stefano e Grillotti, ma la porta ospite non corre grosse pericoli. Nel finale dei primo tempo Gabriele manca lo specchio da buona posizione, ma proprio nell'ultima azione prima dell'intervallo, il Fontana Liri trova il pareggio: Lambiase atterra Di Stefano e l'arbitro assegna il rigore che lo stesso Di Stefano realizza per l'1-1. Nella ripresa ancora in avanti i Fontana Liri con Grillotti, ma al 10' gli ospiti rovano la rete del nuovo vantaggio con Zanutto, che sfrutta a dovere un preciso assist di Pellerani. Subito è lo stesso Pellerani ad avere la palla del ko, ma Battista si salva in uscita. Nel finale arriva il forcing dei padroni di casa, ma la retroguardia ospite si erge a difesa della porta di Rocci e conserva il minimo vantaggio fino al triplice fischio finale.