Notizie

Porte della Misericordia: oggi e domenica cerimonie a Roma e nella Tuscia

Questo pomeriggio nella Capitale apre la Porta Santa presso l'Ostello Caritas di Via Marsala mentre il 20 dicembre sarà la volta dell'Abbazia cistercense di San Martino al Cimino, nel viterbese



© www.toscanaoggi.it

Contemporaneamente all'apertura delle Porte Sante di San Giovanni in Laterano e di San Paolo fuori le mura, con l'apertura delle Porte della Misericordia avvenuta domenica scorsa nelle Diocesi di tutto il mondo, nella Capitale e nel resto della Regione Lazio continuano a ripetersi tali riti suggestivi nei luoghi prescelti, rendendo così questo Anno Santo un appuntamento "decentrato" e consentendo anche ai fedeli più impossibilitati a muoversi di potervi partecipare.

La quinta Porta Santa di Roma. Quella di oggi è certamente e nuovamente una giornata "storica" per la Capitale: a settecento anni dall'istituzione degli Anni Santi ed a poco meno di seicento da quella delle porte sante capitoline in un numero definitivo di quattro, tante quante le quattro basiliche maggiori di Roma, Papa Francesco apre una quinta Porta Santa dal significato altamente simbolico: a partire dalle ore 16 il Pontefice argentino presiederà l'apertura della Porta della Misericordia presso l'Ostello Don Luigi di Liegro gestito dalla Caritas Diocesiana di Roma, in via Marsala. Come prevedibile, questo momento porterà all'attenzione del mondo un luogo che se vogliamo è decisamente inedito ed isolato dal resto delle location blasonate e monumentali della Città eterna. Esso infatti, incassato tra il quartiere San Lorenzo e la mole massiccia della stazione di Roma Termini, è un luogo che quotidianamente è frequentato quasi esclusivamente da quanti vivono in condizioni di miseria e necessità, mentre per il resto dei romani risulta un luogo di veloce transito veicolare: eppure, pur non essendo propriamente un luogo di culto o un sito monumentale, proprio in virtù di questa sua nobile vocazione all'accoglienza giornaliera degli ultimi, è il posto che è stato prescelto da Bergoglio per dare all'Urbe ed al mondo un segnale forte di attenzione e di Misericordia da parte della Chiesa nei confronti di chi soffre. Imponente anche il dispositivo di sicurezza, che è stato predisposto anzitempo e che è scattato già questa mattina alle 7 con lo sgombero di tutti veicoli in sosta nell'area prossima a via Marsala. Per tutta la durata dell'evento, per il quale si stima un'abbondante partecipazione di fedeli, è prevista anche una possibile chiusura al traffico di via di Porta San Lorenzo, piazzale Sisto V e via Marsala nel tratto compreso tra il sottopasso Pettinelli-piazzale Sisto V, con consequenziale deviazione al traffico dei mezzi di trasporto pubblico transitanti nell'area.

La Porta della Misericordia di San Martino al Cimino. Non solo Roma si accinge ad inaugurare una nuova Porta Santa ma anche la provincia viterbese potrà presto annoverare una ennesima soglia da varcare in raccoglimento e preghiera: parliamo della Porta della Misericordia di San Martino al Cimino, la cui apertura è prevista appunto per il 20 dicembre a partire dalle ore 17. Il rito, che sarà presieduto dal Vescovo di Viterbo Mons.Lino Fumagalli presso la celebre Abbazia cistercense, va a configurarsi come evento cardine di un più ampio carnet di manifestazioni che è stato previsto dalla Pro Loco della cittadina tusciana, in collaborazione con la Parrocchia di San Martino, le scuole e varie associazioni locali per solennizzare questo momento e contemporaneamente avviarsi alle festività natalizie: il programma, molto ricco, prevede l'animazione del borgo con mercatini, concerti, concorsi a tema, giochi e spettacoli per i bambini e stands dove vengono serviti vin brulè, cioccolata calda e biscotti (il tutto proprio sul sagrato dell’Abbazia stessa; per maggiori informazioni [email protected] oppure 3492339050). Sempre in tale programma va segnalata la festa di Natale in parrocchia con lo spettacolo realizzato da giovani e bambini in collaborazione con il coro parrocchiale, che si terrà sabato 19, alle 18.