Notizie
Categorie: Altri sport

Post derby: le voci dei protagonisti del match del Salaria

La delusione dei laziali Sacco e Cianfriglia, la felicità del presidente giallorosso Ferraro



I commenti sponda Lazio e sponda Roma Vis Nova, dopo la gara vinta dai giallorossi per 10-9 .

Sacco (foto Napolitano)Lazio Il difensore, Ludovico Sacco prova ad esaminare le ragioni della sconfitta: “Abbiamo sbagliato l’approccio alla partita. I derby si giocano più sulla tensione che sulla tecnica e questa volta ci è andata male. Il Vis Nova doveva vincere questa partita per garantirsi ancora un lumicino di speranza per la salvezza. All’inizio hanno avuto più voglia di noi, poi siamo stati bravi a rientrare ma non è bastato. Si complica il discorso playoff. Cercheremo sicuramente di fare meglio nelle prossime partite”. Il tecnico in seconda Daniele Cianfriglia esprime il proprio rammarico, ma è fiducioso per un pronto riscatto dei suoi: “Brucia la sconfitta. E’ sempre difficile sostituire Formiconi, ho chiesto alla squadra collaborazione nella comunicazione. Abbiamo subito la loro aggressività soprattutto nei primi due tempi. Siamo stati messi in difficoltà nel confronto fisico e questo ci ha reso nervosi, ero convinto che potessimo riprendere la gara con la qualità, serviva un pizzico di tranquillità in più nella gestione della palla nel terzo e nel quarto tempo. Sono sicuro che andremo a Monza con un’altra testa e un altro spirito”.


Roma Vis Nova Le parole del Presidente giallorosso Marco Ferraro al termine del match: ”I nostri oggi avevano un animo di rivalsa in più, ma c'è il rimpianto che per errori e piccolezze abbiamo buttato via dei punti, anche se non é detta ancora l'ultima: abbiamo 4 partite e 9 punti e ce la metteremo fino in fondo come é nello spirito della squadra e dei ragazzi, da veri leoni. La classifica é un po' bugiarda e i ragazzi già dalla partita con Firenze, che é stato il punto più basso del nostro campionato, si sono riscattati, compattati e hanno capito che meritavano di più e le partite ultime ne sono state la dimostrazione, come quella contro lo Sport Management dove abbiamo fatto sicuramente una bella partita. Rimpianti? La responsabilità di una retrocessione per queste partite perse non può essere che nostra, però speriamo di aver dato un contributo moderato e positivo a una maggiore attenzione rispetto a quelle situazioni che in questo sport possono essere determinanti, come quella espulsione di bogliasco sulla quale ancora non abbiamo capito perché abbiamo giocato 4 minuti senza un giocatore (Spinelli, ndr). Senza qualche errore oggi saremo in questo campionato a braccetto della Lazio per un posto nei playoff, ma con una squadra con 10 in meno, ragazzi giovani che possono ancora fare qualche errore”.