Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Praeneste: tutto facile con il Colonna

Il team di Lunardini si impone per 3-0 grazie alle reti di Marazza, Marini e Capristo



COLONNA - PRAENESTE 0 - 3

MARCATORI 59’ Marazza, 74’ Marini, 85’ Capristo

COLONNA Duranti, Mancini(76’Scarabotti), F.Gerardi, Tedesco, Di Girolamo, Frustani, Licandro(60’Falchetti), L.Gerardi(32’M.Gandolfo), Vinci, Colucci, Bonafede PANCHINA Pasqua, L.Mattei, Radi, Prestiti ALLENATORE Francesco Gandolfo 

PRAENESTE Graziani, N.Niola, Mattogno, Capristo, Luciani, Ronci, Marini, Protasi(75’Tartaglia), Marazza, Salvati(84’S.Mattei), G.Niola(87’Antinori) PANCHINA Fioramonti, Cilia, Pinci ALLENATORE Paolo Lunardini  

NOTE Ammonizioni Mancini, Frustani, Tedesco, Tartaglia, Mattogno 

ARBITRO Daniele Perrino di Albano Laziale 


Otto gare al termine e la sfida tra Praeneste e Montelanico pare continuare senza grandi stravolgimenti. Arancio verdi di scena a Colonna con un pronostico tutto a favore e dunque con la pressione di chi deve vincere ad ogni costo. Partita caratterizzata dal forte vento che tira nel primo tempo alle spalle della porta di casa complicando tiri e rinvii. Ma subito in avanti la capolista cerca di mettere le cose in chiaro, azione prolungata dopo un corner e percussione di Ancora un successo per la capolistaNiola che pesca Ronci a due passi dalla porta, deviazione che impatta la traversa. Pericoli per Graziani non se ne vedono e non si vedranno ma serve lo spunto giusto per sbloccare. Migliore in campo G.Niola che mette in seria difficoltà il terzino destro Mancini e crea superiorità a ripetizione. Due punizioni vengono proprio dai suoi spunti ma gli schemi oggi non funzionano e la conclusione diretta non impegna granché Duranti. Troppa superiorità che si tramuta in un altro gran tiro dalla distanza stavolta con Marazza che prende un bel giro e batte sul palo interno uscendo poi clamorosamente a fondo campo. Brutto episodio al 30' con infortunio serio a Gerardi soccorso e poi successivamente portato via in ambulanza. Il primo tempo scorre così tra molte interruzioni e poche altre emozioni, Colonna resiste ma dovrà ora giocare contro un vento sempre più insidioso. Stessi undici ma maggiore intensità per raggiungere un successo imprescindibile, Salvati Capristo e Marini tentano la fortuna da lontano ma è dall' asse Protasi Niola che arriva la scossa decisiva, palla recuperata e cross sul secondo palo Marazza ci arriva e di testa trova lo specchio. La respinta arriva col giocatore ben oltre la linea e Perrino convalida. Senza più timore il Praeneste può controllare e affondare ad ogni momento. Il raddoppio giunge al 74' nel modo più clamoroso, Marini ci crede e al volo da 40 metri disegna una traiettoria imparabile che lascia di stucco il portiere. Raddoppio festeggiato con la consapevolezza di aver chiuso la pratica e Lunardini può dare spazio ai vari Tartaglia Mattei e Antinori. Graziani continua a combattere più che altro il freddo senza aver finora mai sfoderato una parata. Partita estremamente corretta e senza grossi scossoni, è quasi di inerzia che il Praeneste va vicino al tris che si materializza a cinque dalla fine su una punizione di Capristo che si infila sul lato opposto praticamente senza essere toccata. Direttore di gara che saggiamente non concede quasi recupero e certifica il 3-0 della capolista che così respinge l’assalto degli inseguitori, vincitori non senza problemi in casa del fanalino di coda Gavignano.