Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Prato Rinaldo, parla Di Stefano dopo la vittoria a Porto San Giorgio

Il numero due del club: "Annullando i sei punti di penalizzazione abbiamo chiuso col passato e ora ripartiamo per fare il meglio possibile"



Il Prato Rinaldo, vincendo a Porto San Giorgio, ottiene il suo secondo successo consecutivo, annullando il gap della penalizzazione e ripartendo così per una nuova stagione che, in effetti, (ri)parte dalla quarta giornata. Se andiamo a vedere la classifica, senza la penalizzazione, i gialloblu sarebbero terzi in classifica, dunque, un ottimo sprint iniziale nonostante la sconfitta all'esordio con l'Ardenza Ciampino. 

Daniele di StefanoCol Porto San Giorgio è terminata 5-1, in rete due volte Alvarito, altrettante Medici e in chiusura di match anche Daniel Taloni. “E' stata una partita difficile – commenta il numero due del club, Daniele Di Stefano -. Loro, nonostante fossero numericamente inferiori, avevano 4/5 giocatori di livello e si sono arroccati ai 10 metri. Il portiere, molto bravo, ha compiuto dei veri miracoli ad inizio partita. Siamo stati bravi ad avere pazienza, proprio come l'aveva preparata il mister ad inizio settimana”. Una volta trovato il vantaggio, il Prato Rinaldo ha subito raddoppiato, salvo poi subire l'immediato 2-1. “Un lieve calo di concentrazione, fisiologico dopo una partita giocata sin lì al massimo. Siamo poi saliti sul 3-1 e lì è stato determinante De Filippis con almeno tre interventi provvidenziali. Una volta tenuto il doppio vantaggio è andato in scena il Leonaldi show: ancora una volta è stato pazzesco con altri tre assist, dribbling e grandi giocate. In generale, comunque tutta la squadra è andata davvero molto bene”. 

Di Stefano è soddisfatto, così come la squadra: “Ma ora comincia davvero la nostra stagione. Annullando i sei punti di penalizzazione abbiamo chiuso col passato e ora ripartiamo per fare il meglio possibile. Ci tengo a ringraziare anche i nostri tifosi, che sabato ci hanno seguito in trasferta. Anche loro sono determinanti nella nostra stagione e viste le porte chiuse lo sono specialmente fuori casa. D'ora in avanti, ogni gara per noi è decisiva e la classifica non è poi così lunga. Il campionato è molto equilibrato: la Maran ha fatto tre pari, il Loreto ha vinto e perso, solo l'Olimpus ha tenuto il ruolino di marcia che spetta ad una squadra costruita per vincere”. Sabato il campionato va in pausa, momento ottimale per serrare le fila con mister Baldelli: “Potrà lavorare 15 giorni sulle proprie idee, anche se la sua impronta si vede nettamente, sia a livello tattico, che di gioco, che di carisma. Sta plasmando la squadra a sua immagine e somiglianza” conclude il direttore generale.