Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Prato Rinaldo, parla Pandalone: "Il nostro obiettivo è solo uno: vincere"

Intervista al presidente e giocatore del team gialloblu alla vigilia della trasferta in casa del Futsal Aprutino



Pandalone e eMedici (Foto © Segneri)La vigilia della partita che può proiettare definitivamente il Prato Rinaldo in una dimensione diversa, si vive come tutte le altre volte. Nessuna particolare emozione, ma solo la voglia di prendersi l'ennesima soddisfazione di una prima metà di stagione davvero esaltante. 

“La stiamo vivendo con grande tranquillità – commenta il capitano e presidente Michele Pandalone -. Certo, c'è un po' più di tensione del solito, ma siamo consapevoli che il nostro obiettivo è solo uno: vincere. Affrontiamo una squadra sulla carta molto forte, ma ci giochiamo il tutto per tutto. Abbiamo fatto una rimonta incredibile, i nostri obiettivi pensavamo dovessero essere ben altri, almeno in questa prima parte di campionato. Invece, ora ci ritroviamo in piena corsa per la Coppa Italia: credevamo dovesse accedere un miracolo, che sarebbe stato quasi impossibile, vuol dire che per ora abbiamo fatto qualcosa di importante. Sarebbe bello prendersi la qualificazione, per l'umore del gruppo, per la società, insomma un po' per tutti”. 

Il Prato va a Loreto da quinto in classifica, ma facendo la vera conta dei punti e togliendo quel -6, sarebbe secondo della classe: “Saranno loro a doversi preoccupare. Abbiamo fatto vedere chi è il Prato Rinaldo. La classifica parla chiaro, certo, le partite poi vanno giocate tutte, dalla prima all'ultima. Sabato scenderemo in campo col coltello fra i denti e proveremo a vincere. Il vero obiettivo sono i playoff, ma se arriviamo in Coppa Italia saremo contenti. Dobbiamo tenere alta la concentrazione, perché in questo sport ogni minima distrazione viene pagata a caro prezzo. Non dovessimo vincere domani e non dovessimo prendere l'accesso in coppa, però, non ci mortificheremo di certo”. 

Anche perché finora la grande forza di questa squadra è stato il gruppo: “Sì, al di là della serenità dettata dai risultati, abbiamo davvero un grande gruppo. Stiamo bene insieme, dall'allenatore ai giocatori, alla società. Siamo tutti uniti, come una famiglia e tutti remiamo nella stessa direzione, nessuno si tira indietro, dal più giovane dei ragazzi al più grande. È giusto e bello che sia così, ed è questa la nostra forza”. 

Si gioca sabato alle 17:30 in quel di Loreto.