Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Presa di posizione de L'Acquedotto sulle convocazioni della nazionale femminile

Il presidente alessandrino Luciano Chilelli critico dopo la lista diramanta dal Ct Roberto Menichelli per l'esclusione delle sue ragazze



Image titleAppresa la notizia delle convocazioni della Nazionale Italiana femminile, in vista del raduno che si svolgerà dal 15 al 17 aprile al PalaFerroli di San Bonifacio, la società intende esprimere tutte le sue rimostranze tramite le parole del presidente Luciano Chilelli

“Reputiamo scandalose le convocazioni della Nazionale Italiana femminile – afferma amareggiato il numero uno biancoceleste -. Scandalose e anche ingiuste per il lavoro che giornalmente e durante tutto l'arco dell'anno fanno le nostre ragazze. L'Acquedotto è una società che, tranne per due straniere, è composta unicamente da ragazze italiane ed è arrivata fra le prime quattro squadre d'Italia in Coppa poco più di un mese fa. Tenere fuori giocatrici come Angela Vecchione e Costanza Amici – convocate in precedenza al raduno di Genzano -, tanto quanto il nostro capitano Serena Benvenuto è inconcepibile: veder convocata una sola delle nostre ragazze lo riteniamo totalmente assurdo e insensato. Per una giocatrice la Nazionale è la massima aspirazione, il suo punto di arrivo,  il premio per gli sforzi che vengono effettuati tutti i giorni. Invitiamo il Ct Roberto Menichelli a girare di più per i campi e a visionare anche le nostre ragazze, perché in campionato, alle nostre partite, noi non l'abbiamo mai visto”.