Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Presentazione Ostiamare 2014/2015: tutte le interviste e le sensazioni dei protagonisti della nuova annata biancoviola

Presso la Sala Consiliare "Massimo Di Somma", il presidente Lardone ha ufficialmente dato il via alla nuova stagione: "Vogliamo disputare un campionato di vertice"



L’Ostiamare si è oggi presentata alla stampa nella Sala Consiliare del comune. C’è tanto entusiasmo nella dirigenza del club, consapevole di aver costruito una buonissima squadra per puntare alle posizioni di vertice nella prossima serie D. Il primo a prendere la parola è stato il presidente Lardone: “Siamo al nostro terzo anno consecutivo in questa categoria. Continuiamo nel nostro processo di crescita che parte dal settore giovanile, ormai stabilmente tra i migliori nel Lazio, fino ad arrivare alla prima squadra. Vogliamo disputare un campionato di vertice, con l’obiettivo in un futuro, non troppo lontano, di riportare l’Ostiamare nel calcio professionistico, anche se prima andranno risolti i problemi relativi alle infrastrutture”. 

Un'immagine della conferenza FOTO©GAZZETTAREGIONALELa parola è poi passata al ds Quadraccia: “La nostra forza è avere una società seria e ben strutturata, una componente fondamentale per costruire una squadra vincente. Ovviamente il calcio non è una scienza esatta, non possiamo sapere con certezza cosa ci riserverà il campionato, ma siamo consapevoli delle nostre qualità. Abbiamo mantenuto l'ossatura dello scorso anno, sostituendo con elementi di qualità i giocatori che sono andati via. Inoltre siamo una squadra con un’età media molto bassa e questo a dimostrazione del fatto che non pensiamo solo al presente, ma cerchiamo di gettare le basi per il futuro”. 

Dopo il direttore sportivo è arrivato il momento di mister Chiappara: “Per me è un onore far parte di questa famiglia. L’Ostiamare è una società ambiziosa e spero di riuscire a dare il mio contributo per ottenere importanti risultati. La serie D di quest’anno sarà molto complicata, con la qualità che si è alzata sensibilmente. Noi siamo però preparati e costruiti per fare bene, certamente ci saranno dei momenti di difficoltà, ma dovremo esser bravi noi a superarli e farlo con una società così ben strutturata alle spalle sarà sicuramente più facile”. Nella fase finale della conferenza stampa è stato poi trattato un argomento meno piacevole, come la difficoltà dell’Ostiamare ad avere un cospicuo seguito di tifosi. Il presidente Lardone ha voluto esporre il suo punto di vista sull’argomento: “Il calcio in tv ha purtroppo modificato profondamente il modo di vivere questo sport. Il fatto che chiunque possa seguire i campionati maggiori comodamente da casa ha certamente fatto calare l’interesse per il calcio “minore”, se poi ci aggiungiamo le infrastrutture non proprio all’avanguardia capiamo perché i tifosi si allontanano. Di sicuro non siamo gli unici ad avere questo problema, tutte le squadre riscontrano questo calo”. 

A chiudere la conferenza ci ha pensato il capitano della squadra, Adriano D’Astolfo, che ha voluto mettere in chiaro l’obiettivo della squadra: “Miglioriamo anno dopo anno, grazie ad un gruppo compatto che per me è alla base di ogni vittoria. Quest’anno abbiamo tanta voglia di stupire, dobbiamo scendere in campo e dare sempre il massimo per raggiungere l’obiettivo. Il mio sogno, per me che sono di Ostia, è quello di riportare l’Ostinare a giocare in Lega Pro”: