Notizie
Categorie: Dilettanti

Prima Categoria, l'Atletico Calcio Roma supera di misura la Luiss

La formazione di Fiatti ringrazia Bocci, decisivo su calcio di rigore. Finisce in dieci la squadra allenata da Enrico Fabbro, espulso Barone



MARCATORI Bocci rig.

ATLETICO CALCIO ROMA Santolamazza, Migliorino, Grasi F. (29’st De Simone), Dell’Agnello, Voci, Di Felice, Benegiamo (26’st Nicolucci), Melia, Salvi, Grassi G., Bocci (19’st Daga) PANCHINA Santelli, Rosini, Mogetta, Stragapede ALLENATORE Fiatti

LUISS Morabito, Barone, Fioravanti, Cuppone (25’st Buonanno), Costagliola, Parravicini, Arena, Di Rienzo, Maraga, Di Brilli, Scrimieri (11’st Gentili) PANCHINA Pietracupa, Rotondi, Millauro, Ficchì, Paparo ALLENATORE Fabbro

NOTE Ammoniti Grassi F., Migliorino, De Simone, Di Rienzo, Cuppone, Fioravanti Espulso Barone (L) per doppia ammonizione


foto©atleticocalcioroma.itE’ terminata con la vittoria dell’Atletico Calcio Roma per uno a zero contro la Luiss la partita clou della terza giornata del girone C di Prima Categoria. Il match vedeva confrontarsi due ottime squadre giunte a pari punti (4) e vogliose di dimostrare il proprio valore sul campo. La partita in effetti sarà tattica e soprattutto estremamente fisica. I padroni di casa partono forte sostenuti anche da un bel pubblico che con bandiere e fumogeni carica la squadra. Gli ospiti, in completo blu, non sembrano risentire, almeno in un primo momento, del pubblico contro tanto da impegnare subito il portiere di casa, Santolamazza, con un bel tiro di Maraga che finisce in angolo. 

Il 4-3-1-2 luissino non scompone più di tanto l’Atletico che continua a ordire le proprie trame di gioco. Le occasioni pericolose però tardano ad arrivare. Ma è ancora Maraga che, esibendosi in una bella rovesciata dal limite dell’area, manda a lato di poco. Il pregevole gesto tecnico avversario scuote i padroni di casa che si affidano alla rapidità e all’estro del numero 11 Bocci che, dopo un bel dribbling in area viene steso da Barone in area Luiss. Per l’arbitro è rigore. Sul dischetto va lo stesso Bocci che angola bene e firma l’1-0! Gli ospiti, irritati dal vantaggio Atletico, usano spesso le maniere dure per fermare le incursioni prima dello scatenato Bocci (giallo a Barone) e poi del generoso terzino destro Migliorino, propositivo in fase offensiva e attentissimo in fase difensiva. La partita, sul finire della prima frazione, si fa più intensa e “maschia” tanto da portare il numero due Barone a commettere un altro fallo che costa a lui il secondo giallo e alla sua squadra l’inferiorità numerica. 

La seconda frazione ricomincia con il solito copione: la Luiss resta compatta costringendo l’Atletico a fare il suo gioco sulle fasce, niente di meglio per mister Fiatti che può contare a sinistra su F. Grassi, pericoloso in più di un’occasione con le sue percussioni, e a destra con Migliorino. Al 62’ è ancora dal binario di sinistra che arrivano i pericoli per la Luiss. Grassi passa filtrante a Bocci che si beve Rotondi e arriva sul fondo, li però sbaglia il passaggio finale. Al 71’ arriva però la tegola per l’Atletico Calcio e che tegola: non si tratta di un gol preso, ma la perdita di un elemento fondamentale per gli equilibri della squadra, Francesco Grassi. Il terzino capitano e presidente, dopo un banale contrasto resta dolorante a terra, non riesce ad alzarsi. Si tocca il ginocchio che però non riesce a muovere. La cosa sembra molto seria e quindi l’arbitro arresta il gioco permettendo ai compagni di portare fuori dal campo il capitano. L’infortunio di FGrassi incide sul proseguo della gara che rallenta il suo incedere: l’Atletico regge sino al 96’ e vince la partita. La vittoria però è una vittoria “mutilata” di novecentesca memoria per l’Atletico Calcio Roma che resta si secondo in classifica con sette punti (in coabitazione con Pegaso e Municipio Roma 5) a due sole lunghezze dal Palombara capolista, ma perde il suo insostituibile capitano.