Notizie

Primavera, a Crotone tutto facile per la Lazio di Inzaghi

Oikonomidis, Palombi e Rossi firmano le reti che valgono il successo in Calabria. Negli ultimi minuti padroni di casa in dieci per l'infortunio di Foresta



MARCATORI 21'pt Oikonomidis, 22'pt Palombi, 48'st' Rossi

CROTONE Calandra, Napoli, Morabito, De Marco, Assisi, Riggio, Otranto Godano (56'Moio), Pupa (68' Cava), Mingiano (46' Spagnolo), Tripicchio, Foresta PANCHINA Voce, Carvelli, Castorina, Drago, Moriggi, Colacchio. ALLENATORE Tortora

LAZIO Guerrieri, Pollace, Seck, Pace, Mattia, Prce (87' Germoni), Palombi, Verkaj (62' Condemi), Tounkara, Murgia, Oikonomidis (74' Rossi) PANCHINA Cotticelli, Antonucci, Manoni, Rokavec, Capuano, Collarino ALLENATORE Simone Inzaghi

ARBITRO Catona di Reggio Calabria

NOTE  All'85' Foresta esce fuori per infortunio a cambi esauriti e il Crotone resta in dieci uomini Ammoniti Pollace, Pace


foto©fccrotone.itLa Lazio passa in casa del Crotone per 3-0. Sconfitta casalinga per gli squaletti che hanno fatto registrare il tutto esaurito sugli spalti per la prima gara disputata sul Comunale Baffa di Cotronei. Mister Tortora, privo di alcuni infortunati e di Nicoletti (impegnato con l’Italia Under 17) ha schierato il consueto 4-3-3. Per i primi 20 minuti di gioco le due squadre si equivalgono, con il Crotone che si rende più pericoloso con i tentativi di Trpicchio e Pupa. A spezzare l’equilibrio, l'uno-due micidiale dei biancocelesti con Oikonomidis prima (tap in vincente sotto porta), e Palombi un minuto dopo (di testa) che fissano il punteggio sullo 0-2. La reazione dei rossoblù è sulla testa di Foresta, ma la palla va fuori. La Lazio con Murgia colpisce il palo esterno, poi sono i padroni di casa a reclamare un rigore per fallo di Tounkara su Foresta non ravvisato dall’arbitro.In avvio di ripresa Tortora inserisce subito Spagnolo per Mingiano e il numero 20 di casa si fa notare immediatamente per un tiro a giro dal limite deviato in corner. Sull’angolo successivo è Foresta a svettare più in alto di tutti ma la sfera va di un soffio fuori. I ragazzi di Simone Inzaghi sfiorano la terza rete con un diagonale di Murgia a tu per tu con Calandra, tiro che va al lato, e poco dopo con una conclusione di Palombi deviata sulla traversa da Assisi. Al 75’ Foresta va via in contropiede e Guerrieri salva il punteggio ma su quest’azione si fa male il centrocampista di casa. Nonostante l’infortunio, il numero 11 di Tortora stringe i denti (i rossoblù hanno esaurito i cambi) e, seppur zoppicando, prova a restare in campo alzando bandiera bianca all’85’ con gli squaletti che restano in dieci uomini. Nel frattempo Tripicchio ci prova direttamente su corner, bravo Guerrieri che è fortunato anche sulla ribattuta di De Marco (bolide respinto in corner da un compagno). Pitagorici vicini al gol ancora con Tripicchio (tiro al volo di destro su punizione di De Marco). Ma al 93’ la Lazio trova la terza rete in contropiede con il neo entrato Rossi.