Notizie

Primavera, il Frosinone supera in rimonta la Ternana. Decidono Savone e Quatrana

Gli umbri di Fabrizio Durante passano in vantaggio nella prima frazione, nella ripresa la reazione della squadra di Sesena



MARCATORI  Taurino 14' (T), Savone  57' (F), Quatrana 71' (F)

FROSINONE Calvarese, Illiano, Tomassetti, Ranelli,  Sebastianelli, Gargiulo, Sterpone  (83' Centra), Savone, Preti,  Steri  (7' Manna, 55' Toti), Quatrana. PANCHINA Mastropietro,  Miccinilli, Del Gaudio, Vasile.  ALLENATORE Sesena

TERNANA  Alleori,  Pagliarulo, Massimi, Bernardini, Boninsegni (72' Tedesco), Sernicola,  Barbiero,  Palumbo  (65' Terracciano), Taurino,  Russini,  Battista (69' Botti) PANCHINA Marricchi,  Flavioni, Medini, Pirrò,  Migliori,  Del Rosso,  Nonni,  Del Magro, Salvatore ALLENATORE Durante

ARBITRO Viotti di Tivoli

ASSISTENTI De Meo di Formia e Capaldo di Napoli

NOTE Ammoniti Bernardini, Russini, Gargiulo, Quatrana, Sterpone, Ranelli Recuperi 1°pt e 3°st Angoli 5 – 3


Frosinone più forte delle scelte arbitrali e vincente in rimonta 2 – 1 al Comunale di Supino contro la Ternana. All’esordio casalingo in campionato, la squadra di Mister Sesena ha sfoderato una prova di carattere importante, avendo ragione al 90° di un avversario ostico e ben organizzato, grazie ad una ripresa votata all’attacco e di notevole spessore qualitativo. Come preventivabile, il compito della Primavera non è stato agevole, reso ancor più difficoltoso in avvio dall’infortunio occorso al 7° a Steri rilevato da Manna. Il 4–3–3 adottato non subisce variazioni tattiche ma, i padroni di casa faticano in partenza a trovare il giusto ritmo imbrigliati dall’accorto schieramento umbro. Al 14° l’incontro vive il suo primo episodio chiave, lanciato a rete Manna viene steso fuori dai sedici metri in chiara azione da gol, il direttore di gara sorvola e accorda invece una generosa punizione alla Ternana all’altezza della bandierina sul rovesciamento di fronte. Battuta tesa di Battista in area piccola, poco reattivo il numero uno ciociaro Calvarese e testa sotto misura di Taurino ad insaccare lo 0 – 1. La manovra dei frusinati non trova sbocchi favorendo le ripartenze ospiti, insidioso il diagonale di Battista a lato al 28°. Ancora Frosinone poco fortunato al 30°, rigore sacrosanto non concesso dall’arbitro Viotti per un fallo evidente del portiere Alleori ai danni di Savone. Ne nasce un corner con chance colossale non capitalizzata da Manna che di destro mette alto da posizione invitante. Nel finale di frazione i gialloazzurri si sbilanciano eccessivamente subendo un paio di contropiede colpevolmente a difesa scoperta, imprecisi in fase di rifinitura gli avanti umbri e il pericolo sfuma. In chiusura, al 44°, Calvarese si riscatta, iniziativa di Taurino bravo al limite a divincolarsi e calciare di sinistro, a mano aperta la prodezza ad allungare la traiettoria sul fondo. Cambia musica nel secondo tempo e l’inserimento al 55° di Toti rende il centrocampo territorio di conquista dei canarini. Proprio da un doppio triangolo stretto tra il nuovo innesto Toti e Savone rapido ad incunearsi tra le maglie rossoverdi scaturisce il pareggio al 57°, dal basso verso l’alto il tiro di giustezza che vale l’1 – 1. I giocatori di Mister Sesena a questo punto si scuotono e, costruiscono il successo dilagando in linea mediana con la sapiente regia di Ranelli e la maggiore libertà per Savone coperto da Sterpone e da Toti. Preludio al vantaggio due conclusioni dalla distanza di Savone al 61° e di Quatrana al 64°, in ambedue le circostanze palla a fil di palo alla destra di Alleori. Maturo il 2 – 1 si materializza al 71°, sontuosa imbucata di Savone ad innescare Preti che trova l’opposizione di Alleori in uscita bassa, tapine sui piedi di Quatrana e risultato ribaltato. Dopo aver speso tanto, i frusinati gestiscono bene le energie amministrando fino al triplice fischio senza patemi, incassando meritatamente i tre punti fondamentali per guardare con fiducia alla trasferta di sabato prossimo ad Avellino.