Notizie

Primavera: il tridente della Lazio travolge il Catania, succede tutto nell'ultimo quarto d'ora

L'espulsione di Parisi spiana la strada ai biancocelesti che segnano con Tounkara, Palombi e Oikonomidis su rigore



8a Giornata
3 - 0

MARCATORI Tounkara 32’st, Palombi 41’st, Oikonomidis rig.44’st

LAZIO Guerrieri 6.5, Pollace 6.5 (7’st Manoni 6), Seck 6.5,Pace 6.5, Mattia 6.5, Prce 6.5, Palombi 6.5 (42’st Capuano sv), Rokavec 6 (15’stCondemi 6), Tounkara 6.5, Murgia 6.5, Oikonomidis 7 PANCHINA De Angelis,Antonucci, Quaglai, Germoni, Collarino, Rossi, Cotticelli ALLENATORE Inzaghi

CATANIA Matosevic 6, Parisi 5, Carillo 5.5, Sessa 6,Berezeny 5.5 (42’st Cozza sv), Di Maio 5.5 (38’st Battaglia sv), Di Grazia 6 (18’stScapellato 6), Gallo 5, Rossetti 6.5, Garufi 6, Ramos 5.5 PANCHINA Costanzo, DiMauro, Di Carlo, Ostrek, Bortolussi, Compagno ALLENATORE Pulvirenti

ARBITRO Spinelli di Terni, 6.5

ASSISTENTI Granci di Città di Castello e Ragnacci di Gubbio

NOTE Espulso Parisi (C) per doppia ammonizione al 15’st AmmonitiPollace, Ramos, Di Maio, Tounkara, Sessa, Parisi, Matosevic Angolo 5-8 Recupero1’pt e 4’st 


Mamadou Tounkara foto©photosportiva.itNetto successo per la Lazio Primavera che al Mirko Fersinis’impone 3-0 sul Catania al termine di una gara molto combattuta. Ibiancocelesti, che in settimana hanno pareggiato nel derby contro la Roma,tornano dunque alla vittoria grazie alle reti realizzate da Tounkara, Palombi eOikonomidis. Un risultato relativamente pesante per gli etnei che hanno rettoil confronto con i padroni di casa fino al quarto d’ora della ripresa, quandol’espulsione di Parisi ha cambiato gli equilibri in campo. Con l’inferioritànumerica infatti la squadra di Pulvirenti non è più riuscita a limitare idanni, cedendo alle offensive del tridente capitolino, capace di andare in reticon i suoi tre interpreti: Tounkara, Palombi e Oikonomidis.


La gara. Un match molto equilibrato, soprattutto nel primotempo, con le due squadre che hanno offerto buone prestazioni cercando diimporre il proprio gioco. Dopo cinque minuti i padroni di casa si rendonopericolosi con Oikonomidis, il più vivace dei suoi: lungo fallo laterale diPrce, l’australiano riceve in area, il suo sinistro però finisce alle stelle.Il Catania chiude bene tutti gli spazi e per gli attaccanti capitolini non èfacile trovare il varco giusto per impensierire Matosevic. Al 21’pt Lazio dinuovo all’attacco: Oikonomidis sulla sinistra se ne va a Gallo, palla in mezzoper Palombi che al volo calcia di poco alto con un gran sinistro potente. Dueminuti dopo si vede il Catania, è Rossetti sugli sviluppi di un corner acalciare alto da posizione ravvicinata. Le due squadre alzano il ritmo dellapartita e anche lo spettacolo diventa più godibile e avvincente. Al 25’ptoccasionissima per l’undici di Inzaghi: Palombi apre sulla destra per Tounkarache torna subito dal compagno, da posizione centrale però l’attaccante calciaincredibilmente alto. La risposta etnea non tarda ad arrivare: cross sulsecondo palo di Di Grazia, Rossetti appoggia di testa per Ramos che da un passogira in porta, Guerrieri è attentissimo e blocca. Nei minuti finali del primotempo ci provano ancora Tounkara e Palombi, ma Matosevic si fa trovare pronto.


La svolta. Dopo un buon inizio di ripresa, con una reteannullata a Tounkara per dubbio fuorigioco, la Lazio si ritrova in superioritànumerica per l’espulsione rimediata da Parisi per doppio giallo. Gli etneituttavia si rendono ancora pericolosi con Rossetti, autore di un’azionepersonale culminata con un rasoterra insidioso deviato in angolo da Guerrieri.E’ però solo un fuoco di paglia perché di lì a poco la Lazio prende in mano ilpallino del gioco, chiudendo gli avversari nella propria metà campo. Al 25’stimportante spunto di Seck che ruba palla, pesca Oikonomidis al limite dell’areache gira subito per Tounkara, il tiro dell’attaccante viene sporcato ma perpoco non sorprende il portiere ospite.


I gol. E’ nell’ultimo quarto d’ora che la squadra di Inzaghitravolge un Catania che non riesce più a porre freno ai padroni di casa. Al 32’stgrande iniziativa di Oikonomidis che si porta via i due centrali difensivi,palla in mezzo per Tounkara che anticipa Carillo e Ramos infilando il portiereospite. Neanche dieci minuti e arriva il raddoppio: cross dalla destra diCondemi per la torre di Oikonomids, Palombi all’altezza del dischetto spara inrete, la palla colpisce prima la traversa e poi entra dentro lo specchio dellaporta rimbalzando fuori. Per l’arbitro non ci sono dubbi, 2-0. Due giri dilancette e la Lazio cala il tris: Gallo stende in area di rigore Oikonomidis,ben servito da Tounkara, e l’arbitro Spinelli decreta il rigore. Dal dischetto l’australianonon sbaglia siglando il 3-0 definitivo. Risultato che permette ai biancocelestidi scavalcare il Catania in classifica e portarsi a una sola lunghezza dalBari, seconda forza del girone C del campionato Primavera.