Notizie

Primavera: la Lazio passa in zona Cesarini, un calcio di rigore di Tounkara piega il Latina

Capanna porta avanti i pontini, ma i biancocelesti reagiscono con Palombi e Oikonomidis. Nel finale il pareggio di Shahinas e il penalty decisivo trasformato dall'attaccante



7a Giornata
3 - 2

MARCATORI Capanna 24’pt (Lat), Palombi 33’pt (Laz),Oikonomidis 31’st (Laz), Shahinas 41’st (Lat), Tounkara 47’st rig (Laz)

LAZIO Guerrieri 6, Pollace 6.5, Seck 6, Pace 6.5 (47’stManoni sv), Mattia 6, Prce 6, Palombi 6.5, Verkaj 5.5 (20’st Condemi 6),Tounkara 6, Murgia 6, Oikonomidis 6.5 (38’st Rossi sv ) PANCHINA De Angelis,Antonucci, Rokavec, Capuano, Germoni, Collarino ALLENATORE Inzaghi

LATINA Sottoriva 6, Capanna 6.5, Atiagli 6, Criscuolo 6,Ferrari 6 (20’st Celli 5.5), Maciucca 6, Selvaggio 6, Shahinas 6.5, De Carolis 5.5(1’st Spurio 6), Barone 6.5, Sbordone 6 (23’st Salvatori 6) PANCHINA Novara,Iannella, Bagnara, Verdicchio, Mazzoleni, Ricci, Zeccolella, Baraldi, Torri ALLENATOREIuliano

ARBITRO Boggi, 6

ASSISTENTI Cordeschi A., Cordeschi S.

NOTE Ammoniti Criscuolo, Barone, Capanna, Salvatori, MattiaAngoli 8-6 Rec. 2’pt e 5’st


L'esultanza della Lazio dopo il rigore segnato da Tounkara foto©GazzettaRegionaleVittoria al cardiopalma per la Lazio di Simone Inzaghi, chepresso il centro sportivo “Raimondo Vianello”, casa del Savio, riescead’imporsi per 3-2 contro un ottimo Latina grazie al rigore procurato etrasformato da Tounkara in extremis. Un successo sofferto e importante per ibiancocelesti, soprattutto in vista del recupero del derby capitolino che andràin scena mercoledì prossimo. 


Avvio contratto. Una lunga e lenta fase di studio fa daanticamera ad una sfida emozionante soprattutto nella ripresa; in effetti iprimi minuti di gara scivolano via senza grandi emozioni da una parte edall’altra, con le formazioni di Inzaghi e Iuliano alla ricerca dei puntideboli avversari. Il primo brivido della partita arriva quasi alla metà dellaprima frazione, con Prce che di testa manda il pallone poco fuori dalla portadifesa da Sottoriva. La Lazio prova ad imporre il proprio gioco, ma il Latina èun avversario ostico pronto a colpire i biancocelesti con ripartenze veloci econtinue sovrapposizioni. Al 24’pt gli sforzi dei nerazzurri si concretizzano:calcio d’angolo battuto da Barone, in area Capanna svetta più in alto di tuttiinsaccando alle spalle di Guerrieri. I ragazzi di Inzaghi non ci stanno ealzano immediatamente il ritmo partita, nove minuti dopo arriva il pareggio:Pace verticalizza per Palombi che si defila sulla sinistra e poi batteSottoriva sul palo opposto con un potente rasoterra.


La ripresa. Con il passare dei minuti le squadre siallungano, lasciando maggiori spazi agli avversari. La Lazio si affida agliesterni per aprire la difesa pontina, la squadra di Iuliano però è organizzata,andando a limitare ogni offensiva dei padroni di casa. Al 12’ il neo entratoSpurio impegna Guerrieri con un potente destro dalla distanza, l’estremodifensore si salva in corner. Una manciata di minuti e ci prova ancheCriscuolo, stavolta il portiere biancoceleste blocca con sicurezza. Al 31’st laLazio trova la rete del vantaggio: fallo laterale sull’out destro all’altezzadell’area di rigore avversaria, Mattia spizza di testa e dietro di lui, intuffo, Oikonomidis incorna trafiggendo il portiere avversario. Il Latina perònon si lascia abbattere, anzi il motore nerazzurro aumenta i giri sfiorando ilpareggio neanche un minuto dopo con Shahinas che, smarcato il portiere, daposizione molto angolata lascia partire un gran sinistro che termina alto di unsoffio. La Lazio risponde ancora con Oikonomidis che, su cross di Murgia,colpisce al volo di destro, la palla però termina alta. Al 41’st arriva ilpareggio nerazzurro: cross in area, Guerrieri esce a vuoto, dalla destraCapanna appoggia di testa per Shahinas che, anche lui di testa, insacca nellaporta sguarnita dei capitolini. La squadra di Inzaghi non ci sta, riversandosiall’attacco con tutte le sue forze. In zona Cesarini arriva il gol vittoriadella Lazio: Tounkara, poco incisivo per tutto il match, viene steso in area daCapanna, l’arbitro indica il dischetto senza indugiare. Dagli undici metril’attaccante di origini senegalesi non sbaglia, regalando tre puntideterminanti per il cammino biancoceleste. Per il Latina rimane l’amarezza dinon aver demeritato e di aver giocato alla pari con una delle squadre piùquotate della categoria, nonostante ciò oggi i ragazzi di Iuliano tornano acasa a mani vuote.