Notizie

Primavera: Lazio, cinquina a domicilio. Travolto il Frosinone dell'ex Sesena

Match senza storia a Supino: un autogol di Illiano spiana la strada ai biancocelesti, poi si scatenano Oikonomidis, Murgia, Tounkara e Pace



MARCATORI Iliano (F) aut. 18’pt, Oikonomidis 45’pt, Murgia 19’st, Tounkara 31’st, Pace 43’st 

FROSINONE De Lucia 6, Iliano 6, Tomasetti 5.5 (18’st Del Gaudio 5.5), Ranelli 5, Sebastianelli 5, Gargiulo 5.5, Sterpone 6, Toti 5, Preti 5 (25’st Iacob 5), Quatrana 5.5 (10’st Volpe 5.5), Savone 5.5 PANCHINA Calvarese, Cialini, Botta, Cesaretti, Centra ALLENATORE Sesena  

LAZIO Guerrieri 6.5, D’Ovidio 6.5, Sek 7, Pace 7, Mattia 7 (20’st Manoni 6.5), Silvagni 7, Tounkara 7.5, Verkaj 6.5 (29’st Condemi 7), Palombi 7, Murgia 7.5, Oikonomidis 7 (34’st Capuano sv) PANCHINA De Angelis, Antonucci, Rokavec, Boreki, Germoni, Collarino, Rossi ALLENATORE Inzaghi  

ARBITRO Melidoni di Frattamaggiore, voto 6.5

ASSISTENTI Pepe di Ariano Irpino e Muto di Torre Annunziata

NOTE Ammoniti Oikonomidis e Sek Rigore parato da De Lucia (F) all’8’st Angoli 3-8 Rec. 1’pt-2’st


Tutto facile per la Lazio di Simone Inzaghi che alla “Selvotta” batte il Frosinone con un secco cinque a zero. Dopo appena due minuti di gioco ci prova il Frosinone con una conclusione di Quatrana che termina alta sopra la traversa. Risponde la Lazio che si rende pericolosa su punizione al 10’ con Silvagni, sfera sul fondo. Al 18’ biancocelesti in vantaggio: cross basso di Tounkara dalla destra e deviazione sfortunata di Iliano che, nell’anticipare Murgia, mette fuori tempo De Lucia. Al 29’ Lazio ancora pericolosa con Palombi che entra in area canarina metta la sfera in mezzo all’area di rigore, ma trova Iliano attento a spazzare via. Il difensore canarino si supera al minuto 39’, quando allontana il pallone dalla propria area dopo un’insidiosa discesa di Sek. Al 42’conclusione di Verkaj che termina sul fondo. Al 45’ la Lazio raddoppia: lancio in profondità per Oikonomidis che si libera di Iliano e batte l’estremo difensore ciociaro. Nella ripresa il Frosinone si rende pericoloso con Sterpone dopo appena un minuto di gioco, ma il pallone viene parato senza problemi da Guerrieri. All’8’ calcio di rigore per la Lazio: Murgia allarga il gioco per Palombi che viene atterrato da Gargiulo; s’incarica della battuta Tounkara ma De Lucia intuisce e manda la sfera in corner. Nonostante il rigore fallito, la Lazio insiste e si porta vicinissimo al goal con Oikonomidis all’11’ e al 12’, ma, in entrambi i casi, De Lucia è attento e para la sfera. Con il trascorrere dei minuti il Frosinone subisce la pressione dei biancocelesti che sfiorano la terza marcatura al 18’: Tounkara scende sulla destra e mette in mezzo per l’accorrente Oikonomidis, ma l’attaccante biancazzurro manca l’appoggio; l’azione continua e la sfera capita sui piede di Pace che tira ma De Lucia para. Simone Inzaghi foto©photosportiva.itQuest’azione, tuttavia, è solo il preludio del terzo goal che giunge un minuto più tardi e porta la firma di Murgia, bravo a recuperare la sfera al limite dell’area, ad avanzare palla al piede e a trafiggere l’incolpevole De Lucia. Sotto di tre reti, i canarini scuotono con Volpe e con Savone. La Lazio, tuttavia, non è sazia e, dopo aver sfiorato il goal con Pace, fa quaterna con Tounkara che, con un destro potente e chirurgico, batte l’estremo difensore canarino. I ciociari cercano il goal della bandiera di nuovo con Savone e Volpe ma Guerrieri dice no. Nel finale cinquina biancazzurra: Tounkara scende sulla sinistra e crossa per Condemi che, di prima, mette al centro per Pace il quale tira a botta sicura e realizza il goal che mette il sigillo alla gara. Tre punti importanti per i biancazzurri che riscattano la sconfitta di Bari e agganciano i canarini a sei punti. Qualcosa da rivedere, invece, per gli undici di Sesena, squadra nuova e sperimentale che può crescere e affrontare nel migliore dei modi un campionato ancora tutto da scrivere.