Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Priverno, mezz'ora di follia: Vigili Urbani avanti

I padroni di casa sprecano il buon pareggio in trasferta dell'andata e regalano i primi trenta minuti ai rossoblu che calano il tris. Inutili i due gol pontini di Di Giulio e Birlandenau: finisce 2-3



PRIVERNO LEPINI – VIGILI URBANI 2-3
MARCATORI 10’pt Castellano (V), 18’pt Piergentili (V), 30’pt pt Angelè (V), 40’pt Di Giulio (P), 3’st Birlandenau (P) PRIVERNO LEPINI Ciocca, Altobelli, Grossi S. (1’st Locatelli), Paniccia (10’st Lettinese), Garofalo, Grossi L., Como (1’st Birlandenau), Di Giulio, Sampaolo, Marroni, Di Giorgio PANCHINA Salate Santone, Locatelli, Sampaolo S., Violanti, Di Costanzo ALLENATORE Macciacchera
VIGILI URBANI Rulli, Salvatori, Anticoli, Angelè, Dardo, Trimonti, Puglisi, Castellano (10’st Valiante), Bravi (30’st Celletti), Piergentili (20’st Delle Vedove), Fabrizi PANCHINA Talocci ALLENATORE Celletti
ARBITRO Leone di Formia Assistenti De Vellis di Frosinone e Abbatecola di Cassino
NOTE Espulso Di Giorgio per doppia ammonizione Ammoniti Di Giulio, Garofalo


©gspoliziamunicipaleroma.itHarakiri del Priverno Lepini: dopo il 2-2 dell’andata in casa dei Vigili Urbani, la squadra di Macciacchera regala i primi dieci minuti agli avversari, subisce clamorosamente tre gol nei primi trenta minuti  (siglati da Castellano, Piergentili e Angelè che bravi ad approfittare di clamorose disattenzione difensive dei padroni di casa) ed è costretta ad abbandonare il cammino in Coppa Italia. Tardivo e complicato il tentativo di rimonta da parte dei pontini che segnano accorciano le distanze a fine primo tempo con Di Giulio, che gonfia la rete dopo un bell’uno-due con Sampaolo e trovano il secondo gol grazie al nuovo entrato Birlandenau che di testa svetta più alto di tutti e trafigge il portiere ospite sugli sviluppi di un calcio di punizione. Il miracolo però non avviene e complice anche la superiorità numerica dopo l’espulsione di Di Giorgio, i Vigili Urbani amministrano il vantaggio senza troppi problemi fino al triplice fischio di Leone che permette alla squadra romana di festeggiare il passaggio del turno.