Notizie

"Progetto Zero": al via 15 puntate pilota scritte da giovani sotto i 35 anni

I lavori riguardano fiction, trasmissioni televisive, documentari e reality. I vincitori potranno contare sul sostegno delle imprese del settore



Image title“Oggi è una bellissima giornata che chiamerei la giornata della creatività e del merito”- lo ha detto il presidente, Nicola Zingaretti, nel corso della premiazione dei vincitori di ‘Progetto zero’, il bando con cui la Regione sostiene la realizzazione di 15 puntate pilota scritte da giovani sotto i 35 anni. Una bella occasione per sostenere la creatività, il merito e l'industria dell'audiovisivo. I progetti riguardano fiction, trasmissioni televisive, documentari e reality. Si tratta dei primi 15 nuovi prodotti di un'industria nuova, giovane e di talenti. All’inizio era si previsto di finanziarne 10 ma si è deciso di aumentare il numero anche a causa dell’elevato numero di progetti che sono arrivati, più di 300. C’è da sottolineare, tra l’altro, che su 15 vincitori 9 sono donne. 


Ma come funziona "Progetto zero"? I vincitori potranno contare sul sostegno delle imprese del settore. A partire da oggi i 15 autori selezionati hanno 60 giorni per trovare l'azienda con cui porteranno avanti il loro progetto: potranno scegliere tra un elenco di 39 piccole e medie imprese messe a disposizione dalla Regione. Ognuno avrà il suo tutor. Per tutte le loro esigenze i vincitori potranno contare sul supporto e l’assistenza di un tutor da scegliere tra una lista di 89 professionisti del settore. Il tutor guiderà i giovani nel percorso di progettazione con le piccole e medie imprese. “Abbiamo selezionato tra centinaia di idee e hanno vinto nuove fiction, nuovi spunti per reality show e nuove idee per programmi televisivi fatti da giovani che non avrebbero mai avuto l'opportunità di trasformare un'idea in un progetto e una produzione - ha detto ancora Zingaretti, che ha aggiunto: grazie a questa iniziativa della Regione Lazio questi giovani produrranno i loro numeri zero per arricchire la qualità della produzione televisiva italiana. È un fatto - ha concluso Zingaretti - e soprattutto è un fatto che ripeteremo il progetto anche il prossimo anno”. “Un’iniziativa che ha avuto un’ottima risposta non solo da parte dei giovani, oltre 300 le loro domande pervenute, ma anche da parte dei “tutor”, i professionisti del settore che li aiuteranno a realizzare i loro progetti, e da parte delle Pmi che faranno da “incubatori” per la realizzazione dei progetti pilota” – è il commento di Guido Fabiani, assessore alle attività produttive.