Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Promozioni, retrocessioni e spareggi: ripassiamo le norme

Niente play-out se tra le due contendenti risulterà un divario superiore a 8 lunghezze; spareggio secco tra squadre a pari punti solo in caso di assegnazione di un titolo



Fase finale del campionato, le classifiche iniziano a delinearsi definitivamente. C'è chi è arrivato in anticipo all'appuntamento con la matematica e ha potuto festeggiare con tranqullità la salvezza, o il salto di categoria. E chi, invece, si giocherà il tutto per tutto nelle ultime gare della stagione, calcolatrice alla mano e con le dita incrociate nella speranza di ricevere buone notizie dagli altri campi. Come ogni anno, dunque, per allenatori, calciatori e dirigenti è tempo tabelle, calcoli e classifiche avulse. E tra una differenza reti e uno scontro diretto vinto o perso, capita che anche tra gli addetti ai lavori venga fatta, talvolta, un po' di confusione. Con l'aiuto del regolamento pubblicato dal Comitato Regionale del Lazio, proviamo dunque a schiarirci tutti le idee:

PLAYOUT

Retrocederanno nel Campionato di Prima Categoria quattro squadre per ciascun girone secondo le seguenti modalità:

1) Le squadre classificate al 17° e 18° posto dei rispettivi gironi del Campionato di Promozione retrocederanno direttamente nel Campionato di Prima Categoria;

2) le ulteriori due squadre verranno individuate mediante la disputa di gare di play-out così articolate:
le squadre classificate al 13°, 14°, 15° e 16° posto verranno abbinate tra loro (13ª classificata/16ª classificata; 14ª classificata/15ª classificata) e con gara unica ad eliminazione diretta, da disputarsi in casa della squadra con la migliore posizione di classifica, si determineranno le 2 squadre che avranno titolo alla permanenza nel campionato di Promozione.

In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, si effettueranno due tempi supplementari della durata di 15 minuti ciascuno, trascorsi i quali - e persistendo risultato di parità - sarà dichiarata vincente del turno la squadra con la migliore posizione di classifica.

Non si darà corso alla gara di play-out se tra le due contendenti di ciascun abbinamento risulterà un divario superiore a 8 punti in classifica.

Per determinare le posizioni di classifica in caso di parità di punteggio, si terrà conto, nell’ordine:

1) maggior numero di punti conseguiti negli incontri diretti; 2) miglior differenza reti negli incontri diretti; 3) miglior differenza reti nell’intero campionato; 4) maggior numero di reti attive nell’intero campionato; 5) migliore posizione nella classifica del premio disciplina; 6) sorteggio.

Per determinare la retrocessione diretta (17° posto in classifica), in caso di parità di punti, tra due o più squadre, verrà effettuata una gara di spareggio in campo neutro della durata di due tempi da 45 minuti ciascuno. Qualora al termine dei tempi regolamentari sussista risultato di parità saranno disputati due tempi supplementari da 15 minuti ciascuno, trascorsi i quali - e persistendo risultato di parità - verranno eseguiti i tiri di rigore.

PLAYOFF

Per la determinazione del 2° e 3° posto in classifica, in caso di parità di punteggio tra due o più squadre, verranno considerati, nell’ordine, i seguenti criteri:

1) maggior numero di punti conseguiti negli incontri diretti; 2) miglior differenza reti negli incontri diretti; 3) miglior differenza reti nell’intero campionato 4) maggior numero di reti attive nell’intero campionato; 5) migliore posizione nella classifica del premio disciplina; 6) sorteggio.

La perdente la gara di spareggio per determinare la squadra prima classificata nel girone sarà considerata al secondo posto della classifica. Qualora una società seconda o terza classificata si aggiudichi la Coppa Italia Categoria Promozione, tale società non parteciperà alle gare riservate alle squadre seconde e terze classificate con conseguente ammissione della squadra classificatasi al quarto posto nel medesimo girone.

Le squadre ammesse alla fase preliminare saranno abbinate come di seguito indicato, e si incontreranno in gara unica, da disputarsi in casa della migliore classificata, della durata di due tempi da 45 minuti ciascuno. Trascorsi i tempi regolamentari e sussistendo risultato di parità saranno disputati due tempi supplementari di 15 minuti ciascuno al termine dei quali - e sussistendo risultato di parità - verrà ammessa al turno successivo la squadra con la migliore posizione di classifica al termine della stagione.

 Abbinamenti 1° turno:

Gara 1: 2ª Classificata Girone A – 3ª classificata Girone B
Gara 2: 2ª Classificata Girone B – 3ª classificata Girone A
Gara 3: 2ª Classificata Girone C – 3ª classificata Girone D
Gara 4: 2ª Classificata Girone D – 3ª classificata Girone C

Qualora una squadra seconda classificata si aggiudichi la Coppa Italia di Promozione, il suo posto sarà preso dalla 3ª classificata nel medesimo girone. A sua volta il posto lasciato libero dalla 3ª classificata sarà preso dalla 4ª classificata.

Le vincenti il turno preliminare verranno ammesse alle semifinali per determinare la prime quattro posizioni della graduatoria.

FASE A

Le vincenti il turno preliminare saranno abbinate come di seguito indicato e si incontreranno in gara unica su campo neutro della durata di due tempi da 45 minuti ciascuno. Qualora al termine dei tempi regolamentari sussista risultato di parità saranno disputati due tempi supplementari da 15 minuti ciascuno, trascorsi i quali - e persistendo risultato di parità - verranno eseguiti i tiri di rigore.

 1) Vincente Gara 1 – Vincente Gara 3
2) Vincente Gara 2 – Vincente Gara 4

FASE B

Le vincenti le due gare di semifinale raggruppamenti s’incontreranno con le modalità già indicate per determinare la prima e la seconda posizione della graduatoria. Analogamente le perdenti i due raggruppamenti si incontreranno per determinare la terza e la quarta posizione della graduatoria.

Per determinare la vincente del campionato (1° posto in classifica), in caso di parità di punti tra due o più squadre,  verrà effettuata una gara di spareggio in campo neutro della durata di due tempi da 45 minuti ciascuno. Qualora al termine dei tempi regolamentari sussista risultato di parità saranno disputati due tempi supplementari da 15 minuti ciascuno, trascorsi i quali - e persistendo risultato di parità - verranno eseguiti i tiri di rigore.


(crlazio.info)