Notizie
Categorie: Nazionali

Quattro Nazioni: l'Italia stende la Germania

Garritano e Gagliardini mettono in ginocchio la squadra di Wormuth. L'Italia chiude al secondo posto la IX edizione della kermesse



ITALIA-GERMANIA 2-1

MARCATORI Garritano 10’pt (I), Mukhtar 31’pt (G), Gagliardini 6’st (I)

ITALIA Cragno 6.5, Troiani 6.5, Murru 6, Verre 7, Somma 6.5, Camigliano 6.5 (26’st Dell’Orco 6), Garritano 7 (36’st Parigini sv), Gagliardini 6.5, Rosseti 6 (26’st Amaru 6), Bernardeschi 6 (1’st Monachiello 6.5), Acampora 6 (36’st Grassi sv) PANCHINA Provedel, Lanini, Filippini, Ferrari, Ricci, Gatto ALLENATORE Evani 

GERMANIA Zetterer 5.5 (1’st Wellenreuther 5.5), Proemel 5.5 (25’st Pachonik 5.5), Hagn 6.5 (1’st Dittgen 6.5) Akpoguma 5.5, Stark 5.5 (1’st Brandeburgher 5.5), Dudziak 5.5 (34’st Stefaniak sv), Mukhtar 6.5, Selke 6.5, Stendera 6, Oztunali 6 ALLENATORE Wormuth

ARBITRO Jakubik (POL),  7 

ASSISTENTI Citro e Carbone, AIA

NOTE  Ammoniti Bernardeschi, Steinmann, Mukhtar e Parigini Angoli 4-6 Rec. 1’pt-4’st Spettatori 2000 c.a.

 Il ct azzurro Evani

Importante vittoria degli azzurrini di mister Evani che, al “Matusa” di Frosinone, disputano l’ultima gara della IX edizione del Torno Quattro Nazioni sconfiggendo di misura la Germania. Passa subito in vantaggio l’Italia dopo dieci minuti di gioco: Verre allarga per Murro sulla sinistra, cross di prima per l’accorrente Garritano che, con uno stacco impetuoso di testa, non lascia scampo all’estremo difensore tedesco. La reazione degli ospiti è affidata una punizione di Stendera dal limite al 26’ che termina alta sopra la traversa. Al 31’, però, la Germani pareggia: cross basso di Stendera dalla sinistra per Mukhtar che anticipa Murro e con un preciso rasoterra gonfia la rete. Il goal del pari rende più frizzante il match. La reazione azzurra, infatti, non si fa attendere e, un minuto più tardi, ci prova Verre che, servito da Garritano, manda il pallone alto. Al 35’ risponde la Germania: Mukhtar serve in profondità Selke, ma la difesa azzurra si rifugia in angolo; dal corner battuto dalla destra colpo di testa di Selke sul fondo. Al 45’ tedeschi ancora in avanti con Mukhtar che prova la conclusione dal limite, ma manda alto sopra la traversa. Un minuto più tardi occasionissima per l’Italia: Troiani serve in profondità Garritano, il numero sette entra in area e tira, ma Zetterer para con i piedi. Nella ripresa gli azzurrini sono più determinati e l’ingresso di Monachello dà dinamismo alla loro iniziativa di gioco. Al 5’ è proprio l’attaccante del Virtus Lanciano che, servito da Garritano, si vede respingere la sfera in corner dalla difesa ospite. Dal corner scaturisce il goal del vantaggio azzurro; Garritano calcia l’angolo da destra e pesca in area Gagliardini che, con un preciso destro trafigge l’incolpevole Wellenreuther. Due minuti più tardi, nuova occasione azzurra: Verre avanza palla al piede e serve Rosseti che, però, alza troppo la mira e manda il pallone alto. Sotto di una rete, la Germania prova a reagire a fronte di un’Italia che sfrutta le ripartenze. I tedeschi, tuttavia, cercano invano il pari: al 23’ ci prova Stendera con un pregevole sinistro a giro che si perde sul fondo, al 28’ e al 31’ è la volta di Dittgen, mentre al 35’ è il nuovo entrato Stefaniak che manca l’appoggio sotto porta. Con il trascorrere dei minuti l’Italia rallenta il gioco e gestisce il vantaggio acquisito. Gli undici di Evani si rendono, tuttavia, pericolosi negli ultimi scampi di gara e sfiorano il terzo goal grazie ad un’azione bella e costruita al tempo stesso: punizione di Aramu, velo di Somma e tiro al volo di Parigini deviato in corner. Dopo il triplice fischio finale, festeggia l’Italia di mister Evani che chiude la IX edizione del Torneo Quattro Nazioni piazzandosi al secondo posto a dodici punti a una sola lunghezza dalla Polonia.