Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Racing Club pronto per il "Tricolore"

Sabato la finale della fase preliminare contro la Romulea: in caso di vittoria la sfida contro club professionistici



I Giovanissimi 2002Il countdown è cominciato. I Giovanissimi 2002 del Racing club del presidente Antonio Pezone stanno per giocare una delle partite più importanti della loro stagione. E visto che in campionato i ragazzi di mister Corrado Del Grosso hanno sfruttato l’annata per fare esperienza in vista della prossima stagione, nella prima edizione del torneo “Tricolore” Roma Est organizzato dal Ponte di Nona il Racing fa davvero sul serio. Sabato alle ore 17 presso il campo “Gabii” di via Follereau a Roma, infatti, i Giovanissimi giocheranno la finale della fase preliminare contro la Romulea. In caso di vittoria il Racing potrà sfidare (dal 18 al 21 giugno) grandissimi club professionistici: già deciso, infatti, l’abbinamento nel girone che comprenderà Juventus, Napoli e Virtus Lanciano, mentre negli altri raggruppamenti (oltre ai padroni di casa del Ponte di Nona) ci saranno squadre del calibro di Roma, Bari, Palermo, Perugia, Brescia, Genoa e La Spezia. «Arrivare alla fase nazionale di questa manifestazione molto ben organizzata sarebbe un autentico premio per i nostri ragazzi e una grande soddisfazione per il sottoscritto e per la società – dice Del Grosso – La finale con la Romulea sarà incertissima anche se loro, forse, partiranno con un leggero vantaggio. Li abbiamo incontrati all’esordio in questo torneo e abbiamo perso per 4-3 al termine di una gara molto tirata, poi siamo riusciti a superare comunque il girone di prima fase e in semifinale abbiamo superato ai calci di rigore (dopo il 2-2 dei tempi regolamentari, ndr) un’altra squadra blasonata come l’Ostiamare. Ora il nuovo incrocio con la Romulea: i ragazzi stanno tutti bene e possono giocarsela». Il 52enne tecnico del Racing è nella società cara a Sandro Tovalieri da una vita sportiva. «Sono qui dal 2000, praticamente da quando è nato il Racing. Questa società ha fatto passi da gigante nel tempo e ora è una realtà affermata del nostro territorio e non solo». La stagione dei Giovanissimi ha rispettato le attese. «Dovevamo far crescere i nostri ragazzi e fungere da “serbatoio” per i regionali: credo che lo abbiamo fatto a dovere. Merito anche del fondamentale lavoro del mio vice Massimo Barzanti e del dirigente Marco Benci – chiosa Del Grosso -, ma anche di un genitore molto simpatico e sempre presente come Pierpaolo De Angelis».