Notizie
Categorie: Dilettanti

Raffaele Valentino:"Crediamoci fino alla fine"

Il capitano dello Sporting Torbellamonaca analizza il campionato degli arancioneri e sprona compagni e tifosi a non mollare



ValentinoIl girone H si sta dimostrando uno dei più avvincenti ed insidiosi. Le pretendenti al salto di categoria non sono poche. Non a caso, la capolista Real Cava Frattocchie ha solo due punti di vantaggio su un duo di inseguitrici: l'Ar.Ce.Fo Football Club e lo Sporting Torbellamonaca. Queste tre squadre, inoltre, hanno condiviso la vetta della classifica dalla diciottesima alla ventunesima giornata. Abbiamo cercato di fare il punto della situazione in casa Sporting Torbellamonaca, per cui abbiamo intervistato il capitano Raffaele Valentino, parso soddisfatto per l'andamento avuto finora dalla sua squadra ed intenzionato a dare battaglia fino alla fine del torneo. 


Quest'anno il mister Fabrizio Fiaschetti ha affidato a te la fascia da capitano: te l'aspettavi? E ti era già capitato nella tua carriera di fare il capitano? "Sinceramente non me l'aspettavo e devo dire che mi ha fatto piacere. Nella mia carriera già ho fatto il capitano, ma in una squadra come la nostra con tanta personalità non era mai capitato". 

Siete partiti con l'obiettivo di salire in Prima Categoria e per il momento state mantenendo le aspettative. Come commenti il cammino fatto finora dalla tua squadra? "È un cammino eccezionale fino ad ora, ma questo non deve farci illudere di aver conquistato la promozione in Prima Categoria, perché il nostro è un campionato duro e spigoloso, con ottime squadre, in nessun campo il risultato è scontato. Per cui dovremo lottare, come abbiamo fatto sabato contro l'Ar.Ce.Fo, in tutte le partite restanti". 


Qual è stata finora la vittoria più bella? "La più bella deve ancora arrivare". C'è qualcosa in cui la tua squadra può migliorare secondo te? "Dobbiamo evitare le solite espulsioni stupide che danneggiano la squadra e il percorso che stiamo facendo. Infatti domenica andremo ad Albano rimaneggiati". 


Prima dell'ultimo turno eravate in tre in vetta alla classifica. Ora siete secondi a pari merito con l'Ar.Ce.Fo Football Club ed a -2 dal Real Cava Frattocchie. Pensi che questo torneo si deciderà all'ultimo? "Penso proprio di si, fino all'ultima giornata ci sarà da lottare per tutte e tre. Chi sarà più costante vincerà". Non sono comunque poche le squadre che stanno cercando di conquistare un posto tra le prime tre: ce n'è una tra loro che ti ha suscitato una miglior impressione? "Ce ne sono due o tre, ma su tutte preferisco la Virtus Albano, che ha buoni giocatori e non so il motivo della loro posizione attuale. Per quello che ho visto meriterebbero di più". Nell'ultimo turno avete chiuso sul 2-2 il big match con l'Ar.Ce.Fo, match che hai dovuto seguire dalla tribuna causa squalifica"


Riscaldamento pre garaChe partita è stata? "Bellissima partita secondo me, anche se siamo partiti male. Devo dire che l'Ar.Ce.Fo è un'ottima squadra, fatta di giovani ragazzi che giocano un bel calcio. Di noi mi è piaciuta la voglia di vincere, anche in nove. Spero che in seguito, come ho detto in precedenza, eviteremo queste espulsioni". 


Riguardo alla squalifica, arrivata nel match contro lo Sport Club Dacica, dovrai saltare anche le prossime tre giornate: la ritieni una sanzione troppo severa? "Si, secondo me è stata troppo severa, sia per me che per Mancuso. Devo dire che è stato un arbitraggio irrispettoso nei nostri confronti: ci chiedono di aiutarli e lo facciamo ma vogliamo anche rispetto. L'arbitro di quell'incontro però è stato alquanto indisponente". Nella prossima giornata sarete ospiti della Virtus Albano, settima forza del girone. Quali sono le tue sensazioni su questa partita che vi attende? "Per domenica siamo rimaneggiati, però sono sicuro che chi scenderà in campo darà il 100%". 


Vuoi mandare un messaggio ai tuoi compagni ed ai tifosi? "Chiedo a tutti loro di non mollare mai".