Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Ranaldi - Di Palma: l'Atletico Fidene ribalta la Fortitudo

Uras e i suoi centrano una bella rimonta, agli ospiti non basta il vantaggio siglato grazie a un rigore di Bianchi



8a Giornata - 09 nov 2014
2 - 1

MARCATORI 1'pt Bianchi (FO) rig., 25'pt Ranaldi (AF), 34'pt Di Palma (AF)
ATLETICO FIDENE Beccaceci, Ceccarini, La Volpe (Battaglia), Ricciardi, Rubeca, Ranaldi, Pioppini (Lucarelli), Masini, Mataldi (Onorati), Arezzini, Di Palma (Egyiri) PANCHINA Sacchetti, Scopetti, Di Caprio ALLENATORE Uras
FORTITUDO CALCIO Giannini, Ceccarelli, Gentili, Francesconi, Parisi (Cioca), Calderigi, Cagnoli, Ossicini (Tomei), Bianchi, Marcotto (Oliverio), Cola (Pica) PANCHINA Bottari, De Giorgi, De Luca ALLENATORE Mulas

Uras, tecnico dell'Atletico FidenePartita che inizia subito col botto: tempo un minuto e l’arbitro concede un generoso rigore alla Fortitudo per una lieve  spinta al numero undici Cola. Sul dischetto va Bianchi che non sbaglia, spiazzando Beccaceci. Dopo il vantaggio servono diversi minuti ai padroni di casa per riorganizzarsi, con la Fortitudo che si fa preferire grazie ad un’azione più fluida e ben manovrata, ma i rossoverdi non ci stanno e, passato il momento di smarrimento iniziale, si gettano nella contesa con grinta e caparbietà. Prima è Pioppini ad andare vicino al pareggio con con un tiro da fuori area che termina alto, mentre al 9’ Masini si divora letteralmente la rete del possibile 1-1, vanificando un’ottima azione di contropiede ben orchestrata dall’Atletico. I ragazzi di mister Uras continuano a spingere e collezionano occasioni: ancora Pioppini ci prova dalla distanza senza inquadrare il bersaglio, mentre Arezzini colpisce in pieno la traversa, sulla cui ribattuta Mataldi non riesce a centrare il bersaglio. Al 25’ la pressione dei padroni di casa porta finalmente i suoi frutti: da calcio d’angolo svetta il possente Ranaldi, che con un colpo di testa ben indirizzato porta il risultato in parità. L’Atletico Fidene ha più gamba e più grinta, grazie alle quali continua a macinare gioco per lo più attraverso rapide ripartenze una volta recuperato il pallone. Al 27’ proprio un’azione di contropiede, viziata però da un fuorigioco non segnalato dall’arbitro, porta Masini a tu per tu con Giannini, il quale è bravo ad opporsi salvando cosi il risultato. Passano sette minuti ed il sorpasso è servito: lancio dalla destra per Di Palma, Parisi buca l’intervento in anticipo consentendo al numero undici rossoverde di involarsi verso la porta avversaria e trafiggere un incolpevole Giannini. Tante emozioni in questo primo tempo, con la Fortitudo che proprio allo scadere va vicina al pareggio grazie ad una bella punizione tesa di Marotto, con Gentili che non riesce però a deviarla in rete.

Ripresa che inizia con la Fortitudo che cerca di impostare la manovra, senza però riuscirci appieno. I padroni di casa sono abili a chiudere ogni varco e a ripartire con rapidità, creando diversi grattacapi alla non sempre precisa linea difensiva avversaria. Dopo una girandola di sostituzioni da ambo le parti, al 17’ finalmente la Fortitudo riesce a rendersi pericolosa, ancora con Gentili che da calcio d’angolo sfiora il palo alla destra di Beccaceci. E’ però l’Atletico Fidene a creare i maggiori pericoli quando riparte in velocità, come al 22’con il neo entrato Egyiri, il quale finalizza un ottimo contropiede calciando a botta sicura un pallone che non si insacca solamente grazie al salvataggio sulla linea di Francesconi. La partita a questo punto scivola via senza grosse emozioni, merito soprattutto dell’Atletico che riesce a contenere gli ospiti con disinvoltura e determinazione. Partita sostanzialmente corretta e ben giocata da ambo le squadre soprattutto nella prima frazione, mentre nella ripresa ci si aspettava qualcosina in più dalla Fortitudo, la quale non è riuscita a portare grandi pericoli dalle parti di Beccaceci.