Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Real Balduina, un pareggio che va stretto alle bianconere

Parla Martina Cerracchio dopo l'1-1 casalingo contro la Roma Calcio Femminile



Il portiere bianconero Martina CerracchioPoteva andare meglio, senza dubbio. E’ finita 1-1 la partita tra il Real Balduina e la Roma calcio femminile, dopo sessanta minuti di tensione, agonistica si intende. In vantaggio il Real Balduina su rigore procurato e, poi, segnato da Giannone al quale ha risposto il gol fortunoso della Roma assegnato a Cioccia con deviazione. Una gara nel complesso equilibrata, nella quale entrambe le squadre potevano portarsi a casa i tre punti e in cui i due portieri sono stati assoluti protagonisti di una partita con tante occasioni da rete da una parte e dall’altra. Peccato però soprattutto per quella traversa e quel salvataggio sulla linea su tiro di Orsi che sarebbe stato il gol del possibile vantaggio…. 

Le parole di Martina Cerracchio a fine gara: 


Partiamo dalla partita: cos’è andato bene e cosa male secondo te?

“E’ stata una gara complicata, loro salivano in pressione e certamente il campo e il pallone scivoloso non aiutavano la costruzione del gioco. Nel complesso, secondo me, siamo state comunque brave a far girare palla e a creare occasioni che non siamo, poi, riuscite a finalizzare. Quello che è andato male è stato conseguenza dell’arbitraggio non tanto sbagliato, quanto confuso. Abbiamo perso smalto e concentrazione, ci siamo innervosite per colpa dell’arbitro e questo è un grave errore, solo controproducente”.


Una vittoria, un pareggio e due sconfitte, di cui una in coppa. Che ne pensi? 

“Siamo una squadra che deve crescere ancora molto. In coppa abbiamo giocato bene e non meritavamo il doppio svantaggio finale, ma il gol e la grinta che abbiamo messo in campo ci tengono ancora in gioco in vista del ritorno. Tra due settimane giocheremo in casa e il fattore campo dovremo sfruttarlo a nostro favore. Dobbiamo riuscire a essere più concrete per trovare continuità nei risultati”.


Il tuo è più un ritorno “a casa” che un nuovo arrivo, perché questa scelta e quali sono gli obiettivi tuoi e con la squadra?

“Sono tornata qui perché è un ambiente sereno in cui si sta molto bene. Luca è un bravo allenatore, molto preparato e anche nello spogliatoio c’è sintonia, le ragazze sono fantastiche. Lo scorso anno ho giocato un campionato straordinario e non sarà facile ripetermi, ma ho gli stimoli giusti e voglio dare il massimo a questa squadra. Siamo tre portieri bravi, anche la competizione tra noi è positiva per crescere e rimanere sempre concentrate. L’obiettivo di squadra è sempre quello di vincere la partita che arriva il sabato, piano piano e senza fretta, con la giusta mentalità”.