Notizie
Categorie: Dilettanti

Real Cava Frattocchie, De Rubeis: "Domenica torneremo a vincere"

Il dirigente e consigliere: "L'ultima sconfitta ci brucia, vogliamo subito tornare al successo anche perché siamo primi e intendiamo rimanerci sino alla fine"



Romano De RubeisE’ arrivata la terza sconfitta stagionale per il Real Cava Frattocchie. E’ accaduto domenica scorsa sul campo dell’Esercito che si è imposto per 3-2 al termine di una gara davvero rocambolesca. «Siamo stati molto superficiali – dice il consigliere e dirigente Romano De Rubeis – e questo atteggiamento ci è costato caro. Siamo andati sotto nel primo tempo su un calcio di punizione perfetto di un loro giocatore, poi abbiamo ripreso la partita in mano grazie ad una doppietta di Tiberi e anche a causa di un’espulsione che ha lasciato gli avversari in dieci. Sembravamo avere in pugno la vittoria, ma nel finale un’altra punizione ci ha condannato al 2-2. A quel punto la squadra ha provato a sbilanciarsi per vincere e invece ha subito un gol con un errori da polli e ora siamo qui a parlare di una sconfitta. Avremmo voluto dedicare una bella vittoria al nostro Dario Salzano che in settimana ha perso il papà, ma non ci siamo riusciti». Tra l’altro è stato espulso nel finale anche il neo arrivato Buzi che dunque dovrà saltare la prossima gara. «Domenica torneremo a giocare in casa per affrontare il Real Calcio Eur. Si tratta di una formazione di medio bassa classifica – dice De Rubeis -, ma all’andata mi fecero una bella impressione e tra l’altro li conosciamo bene per averli avuti nel girone di Terza categoria dello scorso anno. Comunque la sconfitta di domenica ci brucia e vogliamo subito tornare a vincere anche perché siamo ancora primi, come d’altronde lo siamo da un anno e mezzo a questa parte nei campionati di nostra competenza. Siamo tutti fiduciosi di poter riuscire a rimanerci fino alla fine della stagione». Il Real Cava Frattocchie, d’altronde, punta a scalare ancora “posizioni” nel calcio dilettante laziale. «Questa società la sentiamo come una nostra creatura: l’abbiamo formata un anno e mezzo fa e vogliamo portarla nel calcio dilettante che conta, per questo sarebbe bello vincere pure questo campionato di Seconda categoria» conclude De Rubeis.