Notizie
Categorie:

Res Roma in campo domani, nonostante tutto...

Al Vianello arriva il Mozzanica, che ha rifiutato la richiesta di rinvio da parte giallorossa dati gli impegni nel Roma Caput Mundi. Amaro il commento il Mellilo:"Abbiamo una maniera veramente diversa di intendere il calcio"



Claudia Cicotti, Res Roma (foto Facebook) Dopo la sosta dovuta agli impegni delle varie nazionali, la Res Roma torna in campo per affrontare tra le mura amiche del Raimondo Vianello il Mozzanica, nel match valido per la sesta giornata di ritorno del campionato di serie A di calcio femminile. Il match avrebbe dovuto esser rinviato, visti gli impegni della Res Roma che in settimana ha partecipato al torneo internazionale “Caput Mundi – Il calcio è rosa”, ma il Mozzanica, contravvenendo allo spirito di fair play che caratterizza il mondo del calcio femminile, ha rifiutato il rinvio, e le capitoline dovranno scendere comunque in campo nonostante la settimana appena vissuta, lasciando un notevole vantaggio alle avversarie. Amaro il commento del tecnico Fabio Melillo, uomo che crede profondamente nei valori dello sport: “Gara che sento in maniera particolare perché fin ora abbiamo vissuto con loro 3 confronti sempre molto accessi. Abbiamo una maniera veramente diversa di intendere il calcio e le premesse di questa partita non sono migliori delle altre, visto che ci hanno rifiutato uno slittamento "dovuto" della gara, per disputare e onorare al meglio il torneo internazionale Caput Mundi . Abbiamo sempre accolto qualsiasi richiesta che ci veniva da altre società per rispetto ed educazione in un mondo che deve aiutarsi per farsi conoscere e creare la giusta visibilità: purtroppo non mi aspettavo niente di diverso. Loro sono una grande squadra per carità, composta da calciatrici bravissime e ben allenate, se che lotta per lo scudetto, quindi di primo livello. Nelle mie ragazze vorrei vedere lo spirito che ha animato le nostre giovani nelle partite del torneo Caput Mundi, ragazze che hanno giocato tutto cuore e disponibilità; se giocheremo in questa maniera anche con quelle 5/6 ragazze che non hanno disputato il torneo, renderemo vita difficile e faremo in modo che il Dio pallone posso per una volta scegliere chi ama e chi è leale in questo sport fantastico.”