Notizie

Retake Roma e il suo esercito di "stacchini" si preparano a invadere la capitale

Tutto pronto per domenica 28 settembre quando, l'Associazione Nazionale Anti-graffiti con la collaborazione di Retake Roma, si dedicheranno al secondo Cleaning Day



Image titleDomenica 28 settembre è la data scelta dall'Associazione Nazionale Anti-graffiti con la collaborazione di Retake per dare il via al secondo Cleaning day nazionale. Si tratta di una giornata interamente dedicata alla pulizia dei muri delle più importanti città italiane, tra cui ovviamente Roma, gestita e coordinata dai volontari di queste associazioni. Una giornata in cui i vari quartieri delle nostre città saranno invasi da persone in pettorina, armate di rastrello e quanto altro necessario all'opera di "re-take". Un'opera che celebra, nel Cleaning day nazionale, un'attività quotidiana che ormai va avanti da anni e che, giorno dopo giorno, aumenta consensi e partecipanti. Retake Roma ad esempio, è nato nel 2009 per mano dell'italo-americana Rebecca Spitzmiller che, insieme a due amiche con lei a Roma da tanti anni, si resero conto della necessità di fare qualcosa contro il degrado che rovinava e rovina tuttora, la bellezza della Capitale. Iniziarono, così, a ripulire e a fare opera di "stacchinaggio" nel proprio quartiere, vicino le loro abitazioni, fino a che il "re-take" non è diventato un vero e proprio fenomeno, oggi dirompente. Siamo di fronte a una realtà composta da circa 50 gruppi, ognuno con la propria zona di appartenenza, solitamente scelta in base a quella dove si vive, che si preoccupano e si occupano di ripulire e mantenere decoroso il proprio quartiere. Ogni gruppo ha un proprio responsabile e un supervisor che fa da raccordo con i gruppi degli altri quartieri. Si tratta di un'attività no profit che ha lo scopo di tutelare il decoro urbano, combattendo il degrado e chi lo causa. La loro presenza sul territorio è in continua espansione e la loro capacità di coordinamento, nel corso del tempo, li ha resi in grado di intervenire simultaneamente contro nuove affissioni e imbrattamenti. È quanto ci racconta Danilo, uno dei supervisor di Retake Roma, nonché coordinatore del gruppo di  Monteverde. Negli ultimi quattro mesi, come lo stesso Danilo ci riporta, il seguito di Retake Roma sui social è passato da 2000 utenti a 13000, una media di 700 persone a settimana pronte a seguire le loro attività e gli eventi da loro promossi. L'ultimo organizzato a carattere romano è stato quello de "La Notte sBianca" che si è tenuta giovedì 18 settembre nel quartiere Piramide. Una notte dedicata alla pulizia, durante la quale si è voluto lanciare un messaggio importante: Retake c'è e non intende far vincere il degrado. Domenica 28 ci sarà la giornata nazionale che vedrà impegnati i volontari di questa associazione in moltissimi quartieri della Capitale. Chiunque vorrà, potrà partecipare a sostegno di queste persone che si adoperano per il bene comune, senza secondi fini.