Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Ricci: "Abbiamo qualità, dobbiamo pensare solo a noi stessi"

L'esterno d'attacco dell'Unipomezia commenta l'ottimo inizio di stagione



Un inizio semplicemente strepitoso, per una squadra nata per lottare per il trono di regina del girone C di Promozione. Stiamo parlando dell’Unipomezia di mister Mazza, squadra che dopo cinque giornate di campionato è ancora a punteggio pieno e che sta esprimendo un alto livello di gioco. Tra i punti di forza dei pometini c’è senza dubbio l’esterno Andrea Ricci, che con Italiano e Lupi compone uno dei reparti offensivi più forti dell’intera categoria. In questa intervista il giocatore ex Lepanto ci parla di questo inizio di stagione e delle qualità dell’Unipomezia. 


Andrea un avvio di campionato splendido. Avevate la consapevolezza di poter iniziare così bene? 

“Siamo una squadra giovane, ma con grandissima qualità. Sapevamo di avere l’opportunità di far bene fin dalle prime giornate e così è stato. Oltretutto abbiamo alle spalle una grande società, che organizza tutto stando attenta ai minimi dettagli. C’erano quindi tutte le premesse per fare bene”. 


Avete il secondo miglior attacco della Promozione con 15 reti. É la vostra qualità migliore? 

“Sicuramente è un reparto molto forte. Io, Italiano e Lupi siamo un tridente d’attacco che in poche squadre di Promozione possono vantare. Abbiamo la consapevolezza di poter far male alle difese avversarie in qualsiasi momento. Purtroppo nella partita di Coppa Italia Lupi ha accusato un problema fisico e forse sarà costretto a rimanere ai box. Fortunatamente abbiamo una rosa ampia e di qualità e sono certo che chi sarà chiamato a sostituirlo farà bene”. 

Andrea Ricci nel match d'esordio contro la Libertas Casilina (foto©Facebook)

Che tipo di allenatore è Paolo Mazza? 

“Il mister mi ha fatto fin da subito una bella impressione. Mi ha voluto fortemente, dimostrando grande voglia di puntare su di me. É un allenatore di grande valore sia dal punto di vista tecnico che sotto il profilo umano. In queste prime giornate i numeri parlano per lui. Siamo una squadra che propone gioco e che ha una mentalità offensiva, ma allo stesso momento riusciamo ad avere grande compattezza anche in fase difensiva”. 


In queste prime giornate avete dimostrato grande capacità nella gestione dei momenti della partita.  

“É vero. Abbiamo la consapevolezza di essere una squadra forte e di qualità. Spesso riusciamo a mantenere il pallino del gioco anche senza tenere ritmi elevati. Riusciamo a capire come comportarci nel corso della partita, sapendo quando forzare il ritmo e quando addormentare il gioco. Questa è senza dubbio una grande qualita”. 


In Coppa Italia invece è arrivata un’eliminazione contro il Suio. Avete sottovalutato l’avversario? 

“Io purtroppo non ho potuto giocare, ma conoscendo la squadra sono certo che le due partite sono state affrontate con la giusta mentalità. Purtroppo la coppa è una competizione particolare, dove ti giochi tutto in 180 minuti e può capitare di sbagliare una partita e ritrovarsi fuori. Inoltre siamo usciti ai calci di rigore, quindi c’è anche una dose di sfortunata. Siamo molto rammaricati da questa eliminazione, ma ora torneremo a concentrarci sul campionato, facendo tesoro degli errori commessi in coppa". 


In rosa avete un bomber come Italiano, che finora è il capocannoniere della categoria (insieme ad Aquino del Andrea Ricci e Luca Italiano (foto©Facebook)Torrenova). Pensi che abbia le qualità per far bene anche in categorie superiori? 

“Sicuramente. Io lo conoscevo di nome, ma ora che gioco con lui ho imparato ad apprezzare le sue grandi qualità. É un giocatore di assoluto spessore che in Promozione può spostare gli equilibri. Oltretutto la società ha deciso di puntare su di lui come capitano e questo lo ha responsabilizzato molto. Nell’ultimo anno e mezzo è cresciuto moltissimo e sono convito che farebbe bene anche in categorie più importanti. Lo stesso discorso vale per Lupi, un giocatore che ha delle qualità impressionanti. La cosa certa è che loro riescono ad esprimersi su questi livelli perché tutta la squadra gira, mettendoli nelle condizioni di far bene” 


Siete voi i favoriti per la vittoria del girone? 

“Siamo consapevoli di avere le qualità necessarie a primeggiare. Piuttosto che pensare alle altre squadre dobbiamo preoccuparci di noi stessi, perché sappiamo di valere molto. Poi è ovvio che ci siano diverse squadre forti, come ad esempio Real Colosseum e Racing Club, che possono lottare per le prime posizioni. Noi però dobbiamo pensare solamente all’Unipomezia.