Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Ripresa da dimenticare: Real Podgora ko a Gaeta

La formazione di Paccassoni cede in casa della capolista: triplette per Sorrentino e De Santis



SPORT COUNTRY CLUB GAETA – REAL PODGORA 9-4 (2-2 pt) 

MARCATORI Rango, D’Uva, Ciuffa, Cristofoli (RP), 3 Sorrentino, 3 De Santis, 2 Guerra, Macone

SCC GAETA Grasso, Le Croix, De Santis, Belalba, Macone, Avino, De Falco, Fantasia, Guerra, Sorrentino, Tomasello. ALLENATORE Valente 

REAL PODGORA Compagni, Cesari, Paolucci, Del Duca, Altobello, Rango, Montalto, Cristofoli, Piovesan, Ciuffa, D’Uva, Ciarla ALLENATORE Paccassoni 

ARBITRO Viglianti di Formia 


Piovesan in azioneCome nell’andata anche in questa gara di ritorno il Gaeta fa valere esperienza, cinismo e qualità e prende i tre punti al Real Podgora. Se nella sfida del Marconi però tutto è stato in bilico fino alla fine con un Podgora mai domo nella sfida in terra gaetana qualcosa è andato storto e, dopo un ottimo approccio alla gara, nel secondo tempo la squadra di Paccassoni è dovuta andare a sbattere sul solito black-out decisivo. Un black-out che stavolta è valso la rimonta dei padroni di casa, sotto 3-2, e bravi a mettere la partita sul giusto binario, prima con il pari e poi con un imponente +3 arrivato in pochi minuti. «Questo è un risultato che parla molto chiaro – ha detto a fine partita l’allenatore del Real Davide Paccassoni – abbiamo regalato troppi gol ai nostri avversari ed in più non siamo stati bravi a chiuderla nel momento in cui ci trovavamo in vantaggio. Certo perdere in casa della prima in classifica è una cosa che può succedere ma non certamente in questo modo. Abbiamo questi cali di concentrazione che succedono troppo spesso ed in quei momenti perdiamo di mano la partita. Se poi questi cali li hai contro una squadra come questa allora rimettere in piedi la partita diventa più difficile. Sappiamo da tempo che dobbiamo lavorare sotto questo aspetto e continueremo a farlo perché anche questa volta abbiamo dimostrato di poter competere con le big di questo campionato. Ripeto, dispiace solamente il modo in cui abbiamo preso alcuni gol: alcune belle azioni loro ci possono stare ma abbiamo preso alcuni gol regalando palle ai nostri avversari o lasciando uomini soli in area di rigore. Anche la squadra se ne rende conto e questi piccoli dettagli in questa categoria fanno la differenza e poi ovviamente il morale scende. Ora dobbiamo mantenere il sesto posto in classifica, ci sono ancora tanti altri scontri diretti ed abbiamo sempre dimostrato di poter competere con tutti. Purtroppo quando viene meno la concentrazione il risultato è questo ma bisogna accettare la sconfitta ed andare vanti e lavorare. Corsa playoff? Noi ora siamo diventati spettatori ma credo che fino a questo momento Gaeta, Gymnastic e Velletri possono sicuramente vincere questo campionato anche se non bisogna sottovalutare l’Anziolavinio».