Notizie
Categorie: Altri sport

Risultato secondo pronostico, il Brescia affonda la Lazio

Al Palazzetto finisce 15 a 9 per i lombardi. Biancazzuri che cedono un tempo e lasciano spazio alla capolista, poi il finale in ripresa



S.S. LAZIO NUOTO-A.N.BRESCIA 9-15

S.S. LAZIO NUOTO Vespa L., Samuels J. 2(1 rig.), Di Rocco L. 1, Africano R. , Sacco Ludovico , Colosimo F. , Cannella G. , Vittorioso A. 4, Leporale M 2, Calcaterra A. , Maddaluno R. , Mele A. , Baccifava Valerio ALLENATORE Formiconi

A.N.BRESCIA  Del Lungo M. , Bruni L. 1, Presciutti C. 1, Pagani F. 1, Rios Molina G. 2, Rizzo V. 1, Giorgi D. 1, Nora A. 1, Presciutti N. 2, Bodegas M. 1, Fiorentini Jovanovic D. 2, Napolitano C. 2, Dian B. ALLENATORE Bovo

ARBITRI Pascucci e Calabro

NOTE Parziali: 3-6 1-5 2-3 3-1 Usciti per limite di falli Maddaluno (L) nel terzo e Fiorentini (B) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lazio 5/11 + 1 rigore e Brescia 5/7. Spettatori 300 circa


Vittorioso (Lazio) (foto Napolitano)Come da pronostico il Brescia supera la Lazio Nuoto e prosegue il suo cammino in solitario in vetta alla classifica, espugnando l’impianto biancoceleste con il punteggio di 15 a 9, nella sfida valida per la 12^ giornata del campionato di A1. Ospiti che dopo un avvio equilibrato hanno preso il largo tra il finire di primo tempo e l’inizio del secondo, sfruttando alcune disattenzioni dei padroni di casa che hanno concesso con troppa facilità qualche tiro da fuori e diverse ripartenze. Il sette di Formiconi è poi rientrato nel match dalla ripresa rendendo meno rotondo il risultato e chiudendo con un passivo sicuramente meno pesante, soprattutto rispetto ai confronti degli ultimi anni proprio con i lombardi. Ancora in evidenza Antonio Vittorioso che con poker migliora il suo score personale e si conferma tra i miglior bomber del campionato. Aquile acquatiche superate però in classifica dalla Canottieri che ha vinto con il Savona e attualmente posizionate al settimo posto. Prima dell’inizio della partita le due squadre e il pubblico sugli spalti hanno osservato un minuto di raccoglimento per la scomparsa di Maria Antonietta Aureli, madre del presidente della Lazio Nuoto. Parte bene la Lazio che sfrutta un Leporale subito aggressivo. Con una doppietta il numero 9 prima porta avanti i suoi, poi pareggia rispondendo a C. Presciutti e Rizzo (2-2). Dopo il vantaggio del numero 6 ospite e il pari di Vittorioso si rompe l’equilibrio. Con un break di nove reti, a cavallo tra la fine del primo tempo e buona parte del secondo, il Brescia (11-3) mette la freccia e chiude praticamente i giochi. Vittorioso interrompe il digiuno di gol e manda i suoi all’intervallo sul meno 7. Dalla ripresa il match torna in equilibrio, a Napolitano, Fiorentini e Bruni rispondono ancora il capitano laziale e Samuels, in chiusura di quarto (6-14). Gli ultimi 8 minuti sono di marca biancoceleste, con un parziale di 3 a 1 e Di Rocco che si aggiunge al tabellino dei marcatori.