Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Rivelazione Lupa Roma, Carboni: "E' ancora presto ma..."

Il tecnico ci parla dei suoi: "In due partite abbiamo fatto giocare 22 ragazzi. C'è chi sta facendo bene ma qui tutto il gruppo da sempre il massimo"



Nel campionato degli Allievi Lega Pro tutti si sarebbero aspettati una Roma schiacciasassi ma, almeno a guardare il campo, chi sta stupendo per gioco e risultati è la Lupa Roma. Sette gol fatti e nessuno subito per l'undici di Mauro Carboni, numeri che nessuno avrebbe mai immaginato ma che non arrivano certo per caso.

Cristiano Loiali, grande impatto nei professionistiDifesa. Di questa Lupa Roma, a stupire è stata soprattutto la solidità dimostrata sin dalle prime uscite. Un reparto completamente rinnovato ma che pare aver già assimilato i giusti automatismi. Un fattore tutt'altro che scontato tant'è che lo stesso Carboni ci rivela di averci lavorato parecchio questa estate: “Sia io che miei collaboratori, il preparatore atletico Lorenzo Tarquini e il preparatore dei portieri Sergio Massaroni, siamo riusciti a fare un buon lavoro nonostante sia passato poco più di un mese da quando è iniziata la preparazione. Sapevamo che ottenere una buona fase difensiva da una squadra nuova non era semplice e per questo ci siamo concentrati proprio lì nel lavoro precampionato. Ora piano piano cureremo anche le altri fasi di gioco con più attenzione”. Assieme al lavoro tattico c'è però anche il rendimento individuale. Giocatori come Falasca, Sarrocco e Loiali stanno infatti impressionando. Soprattutto l'ex Romulea, al primo anno tra i professionisti, si sta rivelando come il vero leader della difesa: “Loiali è un ragazzo intelligente che oltre ad aver fatto bene, sta crescendo di settimana in settimana. E' predisposto al lavoro e ogni allenamento aggiunge qualcosa al suo bagaglio”.

Ben 22 i giocatori usati da Carboni in due partite ©GazzettaRegionaleDue squadre. Assieme allo zero nella casella dei gol subiti, spiccano anche i sette sino ad ora realizzati. Dimostrazione tangibile di come il terzetto offensivo abbia già ingranato. Là davanti Svidercoschi rimane l'uomo più in forma (due gol e due assist per lui in due giornate, ndr) ma il tecnico Carboni pone l'accento altrove: “Davanti abbiamo tre quattro ragazzi che stanno facendo bene ma dietro di loro spiccano comunque individualità importanti come possono essere Sicari o Colitti. In queste due partite, abbiamo utilizzato tutti i ventidue giocatori della rosa. Si sente sempre parlare di gruppo, noi ne abbiamo dato la prova sul campo”. Contro il Lanciano sono stati tre i cambi nell'undici titolare, a cui poi si sono aggiunti tutti quelli subentrati a match in corso. Dimostrazione del fatto che il lavoro svolto questa estate è stato omogeneo, con Carboni che ha saputo coinvolgere in egual misura ogni singolo elemento. Avere giocatori in grado di entrare a partita in corso senza per questo far calare il livello di gioco, sarà sicuramente un valore aggiunto in vista del campionato.

Avversari. Un'occhiata, Carboni la da anche alle altre: “Tolte le professioniste, Benevento e Casertana potrebbero essere le avversarie più insidiose. Per quanto ci riguarda – chiude poi l'allenatore - dalle prossime partite mi aspetto che la squadra continui a crescere sotto tutti i punti di vista. E' ancora presto per capire dove possiamo arrivare, siamo una squadra che si è formata da poco, ma se ci impegniamo le soddisfazioni arriveranno. Da questo punto di vista però sono fortunato, ho un gruppo di ventidue giocatori che in allenamento davvero da sempre il massimo”.