Notizie
Categorie: Nazionali

Roberto Muzzi resta alla Roma, sarà lui a guidare i Giovanissimi Nazionali

Il tecnico ha accettato la proposta del club giallorosso, prenderà il timone del gruppo 2000



Roberto Muzzi ©Gazzetta RegionalePezzi di puzzle sparsi su un tavolo e la voglia di trovare il giusto riquadro per ogni tassello, senza alterare i propri equilibri. Il settore giovanile della Roma che verrà prende forma, avvicinandosi all’epilogo di queste calde settimane di colloqui. In pochi se lo aspettavano, soprattutto dopo gli ultimi giorni. Discussioni, prese di posizione, riflessioni, ambizioni in ballo. E’ ruotato tutto intorno alle panchine Allievi e Giovanissimi Nazionali, intorno al futuro di Muzzi e Coppitelli. Perché se c’è qualcuno che a questo valzer non ha partecipato è Alberto De Rossi, che tiene saldamente il timone della Primavera romanista, ancor di più in questa stagione nella quale per la prima volta la Roma parteciperà alla Uefa Youth League (corrispettivo della Champions per le squadre U19, ndr). Poco importa se il suo contratto scadrà l’anno prossimo, la sua conferma non sarà messa in dubbio. 


Diversa la storia delle altre panchine. Dopo l’ufficialità del passaggio del tecnico di Frascati alla guida degli Allievi Serie A e B, le voci su un possibile addio di Roberto Muzzi si sono rincorse vorticosamente. Come avevamo però anticipato nei giorni scorsi, l’intenzione della Roma era di trattenere l’ex collaboratore di Andreazzoli (in prima squadra) e di offrirgli la panchina dei Giovanissimi Nazionali. Adesso è possibile scriverlo con certezza: Roberto Muzzi resta alla Roma. Il tecnico ha fugato ogni dubbio questa mattina quando ha detto sì alla proposta di un progetto biennale in una riunione con Baldissoni e Sabatini, chiaramente con l’avallo di Bruno Conti. La società ha voluto puntare sull’allenatore, rendendo merito ai buoni risultati raccolti in questa stagione, così come è stato per Federico Coppitelli passato agli Allievi Nazionali. Muzzi del resto lo aveva spiegato proprio ai nostri microfoni pochi giorni fa: “Resto a disposizione della Roma per continuare a formare giocatori”, parole di chi non avrebbe rinunciato al futuro in giallorosso e adesso è arrivata anche la conferma, sebbene ancora non in via ufficiale dalla società. Roberto Muzzi resta alla Roma e più precisamente allenerà i Giovanissimi Nazionali, ripartendo dunque dalla panchina che è stata per tre anni del tecnico di Frascati. 


Il quadro completo Con l’ex attaccante al timone dei 2000, rimarrà invariata la posizione di Alessandro Rubinacci, prima alternativa in caso di un mancato accordo. Il tecnico formatosi nel Savio continuerà il suo lavoro congli Allievi Legapro e quindi allenerà i ’99 campioni d’Italia, fatta eccezione per quelli che Coppitelli vorrà portarsi al piano di sopra. Muzzi inoltre potrebbe lavorare a stretto contatto anche con Mattei, tecnico dei Giovanissimi Fascia B Elite, con cui ha condiviso l’esperienza sulla panchina dei ’99 prima di lasciarli proprio al suo vice quando venne richiesta la sua presenza in prima squadra assieme ad Andreazzoli.