Notizie

Roma, che peccato! Sconfitta contro il Boca: Durban Cup addio

Il 2-0 degli argentini costa l'eliminazione dal torneo in Sudafrica alla banda di De Rossi, punita solamente da una peggiore differenza reti.



BOCA JUNIORS (4-3-3) Comino, Romero (23'st Trejo), Christian Moreno, Wila, Hosan, Sonora (29'st Galeano), Rancic, Pochettino, Leonardo Suarez (41'st Diaz), Chmea (33'st Glaby), Padilla (20'st Ricardo Suarez). PANCHINA Ferreyra, Martínez, Gancedo. ALLENATORE Montoya.
ROMA (4-3-3) Marchegiani, De Santis E., Paolelli, Capradossi, Gargiulo (1'st Anocic), Pellegrini, Ricozzi, Adamo (35'st Vasco), Di Livio (1'st Verde), Taviani (1'st Soleri), Di Mariano PANCHINA Ionut Pop, Belvisi, D'Urso, Ndoj. ALLENATORE  De Rossi.
Image titleEsulta il Boca, esulta il Benfica e la Roma è costretta ad abbandonare la Durban Cup. I giallorossi perdono 0-2 contro gli argentini e in virtù di un punteggio più basso punteggio nella differenza reti rispetto alle altre due contendenti (ndr, tutte e tre le squadre hanno chiuso il girone facendo 6 punti) vengono eliminati. Nel primo tempo il Boca prende in mano il pallino del gioco e al 7' sfiora subito il vantaggio: angolo battuto da Sonora, colpo di testa di Morena e grande risposta di Marchegiani che con l'aiuto della traversa si rifugia in corner. Gli argentini continuano a macinare gioco e impegnano troppo spesso l'estremo difensore giallorosso. In avanti la Roma si vede solo alla mezz'ora con un colpo di testa da ottima posizione di Di Mariano deviato in calcio d'angolo da un difensore gialloblu. Anche Adamo ci prova dalla distanza ma al 42' il Boca passa meritatamente in vantaggio: grande azione della squadra argentina conclusa dall'attaccante Chmea che dal lite dell'area piccola batte Marchegiani. La Roma nella ripresa sermbra svegliarsi dal torpore accusato nei primi quarantacinque minuti e al 16' va vicinissima al pareggio: prodezza balistica dei Pellegrini dai 25 metri con il sinistro e palla che si va a stampare clamorosamente sulla traversa. Oltre il danno anche la beffa; quattro minuti il Boca infatti trova il raddoppio con Sonora che supera Paolelli al limte dell'area e con il destro fa secco Marchegiani. Di fatto la partita finisce qua, la Roma accusa il raddoppio argentino come una cascata d'acqua sulla schiena e in virtù della vittoria del Benfica contro il Kzn, si arrende di fronte ad una sfortunata eliminazione data la migliore differenza dei lusitani.