Notizie

Roma, De Rossi: "Ci è mancata solo un po' di fortuna"

Le parole del tecnico giallorosso dopo la convincente prestazione contro il Barcellona in Youth League



Alberto De Rossi ©Laura Del Gobbo“È stata una prestazione bellissima”. Alberto De Rossi non nasconde la sua felicità al termine di Roma-Barcellona, match di esordio stagionale nella UEFA Youth League, terminato 0-0.Il tecnico giallorosso ha elogiato l’atteggiamento dei suoi contro i blaugrana, in una partita ricca di occasioni dove la Primavera purtroppo non è riuscita a sfruttare le tante occasioni che l’hanno vista più volte vicina al gol vittoria. Il risultato, però, per l’allenatore della Roma è senza dubbio positivo.

Se c’è una squadra che meritava era forse la Roma?
“Diciamo che accogliamo questo risultato di buon grado: avevamo di fronte una squadra forte che in diverse occasioni ci ha fatto tremare e costituita da calciatori di grande livello. Le occasioni sono state tante e con un pizzico di fortuna potevamo fare gol, come potevano farlo anche loro. Accettiamo comunque il risultato: io  mi tengo questa bellissima prestazione di squadra”.

Soprattutto durante secondo tempo la Roma è stata superiore al Barcellona?
“Davanti avevamo una squadra storicamente composta da palleggiatori e che fa del possesso palla la sua forza. Quest’anno con questo novo sistema di gioco che adottiamo ci capita di andare in difficoltà sugli esterni e il loro terzino destro ci entrava sempre dentro, non permettendoci di accorciare. Al termine del primo tempo abbiamo preso degli accorgimenti ed è andata meglio nella ripresa. Soleri ha fatto una grandissima partita di sofferenza e mi sembra sia andata abbastanza bene”.

Il nome Barcellona rischia di intimorire gli avversari? La Roma sembrava giocare senza paura oggi.
“Confermo, il Barcellona rischia di intimorire chiunque, ma non dimentichiamoci che anche noi siamo la Roma: ci stiamo iniziando a far conoscere a livello europeo e per la partecipazione alla Youth League dobbiamo sempre ringraziare la prima squadra. L’anno scorso siamo arrivati in semifinale. Oggi abbiamo incontrato una squadra forte e abbiamo giocato a viso aperto. Anche loro avevano di fronte la Roma, che come nome non è da meno”.

Dopo l’esordio in campionato con l’Empoli e la prestazione contro il Barcellona la Roma è più consapevole della propria forza?
“Siamo sempre consapevoli dei nostri mezzi e in questa stagione mi ha lasciato positivamente sorpreso la velocità con cui abbiamo appreso il nuovo sistema di gioco. I ragazzi hanno fatto passi da gigante finora”.