Notizie

Roma deludente, pari col Mostar ed eliminazione dal torneo

Finisce senza gol tra la formazione di De Rossi e l'undici bosniaco, che si giocherà l'accesso alla finale con il CR Lazio



ROMA - MOSTAR 0-0

MARCATORI 

ROMA Romagnoli 6, Tofanari 6.5, Pellegrini 6 (24'st D'Amario 5.5), Omic 5.5, Grossi 6.5, D'Alena 5, Spinozzi 5.5, Di Nolfo 5.5, Flueras 4.5, Bordin 6.5, D'Agostino 5 PANCHINA Ciavattini, De Santis, Vasco ALLENATORE De Rossi 

MOSTAR Miletic 6, Zelenika 6 (39'pt Vulic 6), Kozul 6 (39'st Skoro sv), Bevanda 5.5, Radeljic 5.5, Vuksa 6, Miketek 6 (17'st Martinovic 6), Susic 6, Cavar 6.5, Bagaric 5.5 (10'st Albijanic 6) , Krtalic 6 PANCHINA Fejzic, Milicevic, Skobic, Sablic, Miletic, Kaic ALLENATORE Borac

NOTE Ammoniti Bordin, Cavar, Tofanari Angoli 2-2 Rec 1'pt - 3'st  Fuorigioco 3-1

Bordin (foto Gazzettaregionale.it)Match dai ritmi davvero soporiferi con entrambe le formazioni che non riescono a farsi vedere dalle parti dei due portieri. I primi ad avvicinarsi al gol sono i bosniaci con il lancio di Radeljic dalla difesa per Cavar che sfrutta un errore di Omic e di prima intenzione col sinistro cerca il palo lungo spedendo fuori al 24'. E' il primo vero tiro in porta della sfida. Altro tentativo bosniaco al 41' con la punizione, potente ma imprecisa, di Miketek. Romagnoli osserva la sfera finire sul fondo. Si va all'intervallo senza altri sussulti. Un primo tempo davvero deludente.  Al rientro dagli spogliatoi si fa vedere la Roma per prima. Bordin calcia col destro da circa 25 metri, incerta ma efficace la risposta di Miletic che blocca in tuffo in due tempi. Rischia la Roma all'11' sul cross di Vulic che scavalca Romagnoli, ma sulla linea di porta è attento Grossi e spazza via di testa. Tre minuti più tardi ci riprova la Roma col cross di Bordin su punizione dalla trequarti di destra per il colpo di testa di Grossi sul secondo palo. La palla colpita dal difensore centrale giallorosso esce di poco sul legno opposto. Altro tentativo romanista al 17' con il tiro a lunga gittata di Spinozzi che finisce alto sopra la traversa. Legno che viene invece centrato da Di Nolfo sul passaggio in verticale di Spinozzi: il numero 9 calcia dal limite e, grazie anche ad un tocco con la punta delle dita di Miletic, la palla sbatte sulla traversa.  Roma più viva nel finale di gara. Bordin, tra i più attivi di tutto il match, prova l'azione personale al 34' e, arrivato nei pressi della lunetta, calcia col destro angolando verso il palo sinistro, bravo ancora il portiere bosniaco in presa bassa.